Mattiello ammette: I rigori c’erano, dobbiamo essere più attenti. Felipe: Episodi decisivi

In sala stampa al “Meazza” si sono presentati gli spallini Felipe e Mattiello, entrambi rammaricati per il risultato e consapevoli di dover fare qualcosa di più per smuovere la classifica, in ottica salvezza.

FEDERICO MATTIELLO
“Quinto o quarto in difesa per me cambia poco, perché alla fine rimane sempre un ruolo di fascia. Può capitare che il mister durante la partita decida di cambiare assetto tattico. Dispiace per questa sconfitta, ma dobbiamo cercare di stare attenti, perché sappiamo che in serie A appena sbagli vieni punito. I rigori c’erano e in questa partita, così come con il Cagliari e contro l’Inter, abbiamo capito che qualcosa non è andato e bisogna correre ai ripari. Dobbiamo cercare di creare più occasioni, crederci un po’ di più, avere più cattiveria, essere più coraggiosi nel giocare il pallone. Le qualità le abbiamo, si tratta solo di metterle in atto. Ringrazio di cuore i nostri tifosi che si sono fatti sentire calorosi anche stasera e per noi sono fondamentali. Sabato contro il Napoli dovremmo fare qualcosina di più per cercare di muovere la classifica”.

FELIPE DALBELLO
“Purtroppo due episodi hanno deciso la partita. Siamo venuti a San Siro con l’atteggiamento giusto, abbiamo tenuto bene il campo, abbiamo cercato di metterli in difficoltà, purtroppo è andata male. Adesso dobbiamo pensare alla prossima gara, cercando di limitare gli sbagli e le disattenzioni e ripartire. Personalmente sono contento di essere tornato, il campo mi mancava parecchio, ora devo giocare e ritrovare piano piano le condizioni migliori. La SPAL può contare su una difesa con tanti giocatori interessanti, Vicari in modo particolare ha uno splendido futuro davanti”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0