Crotone alla ricerca dei primi punti in trasferta. Nicola: SPAL squadra temibile, ambiente caldo

Venerdì è stato il giorno della conferenza stampa di presentazione di Crotone-SPAL sulla sponda calabrese. L’allenatore dei rossoblù Davide Nicola ha parlato a lungo dei biancazzurri: “La SPAL è una squadra tosta, che continua un progetto tecnico da due anni e Semplici è un allenatore che io stimo particolarmente. Hanno inserito giocatori di grande qualità nei ruoli in cui servivano: non dimentichiamoci che solo nel parco attaccanti hanno più di 200 gol in serie A. Mi sembra che stia sempre ben messa in campo, tignosa. Ha incontrato finora squadre molto forti eppure non ha mai sfigurato. In casa hanno questo grande ambiente che arriva da due campionati consecutivi vinti, quindi c’è un entusiasmo incredibile. Però sono convinto che se il Crotone gioca con la sua organizzazione può essere competitivo e quello è il nostro intento. Arriviamo a Ferrara consapevoli di chi affrontiamo, un’avversaria temibile, che ha della qualità. I punti fuori casa? E’ una questione di atteggiamento e  riconoscibilità dei punti di riferimento. Al momento il primo non lo abbiamo ancora e serve sempre un po’ di tempo per raggiungerlo perché sembra quasi che venga a mancare qualcosa, come l’aiuto del proprio pubblico. Spesso si tende ad essere o troppo prudenti  o troppo spavaldi. Fa parte di un percorso di acquisizione di consapevolezza. Il gioco della SPAL? Guardiamo gli altri soprattutto per capire quando ribaltare l’azione e che tipo di scelta fare quando riconquistiamo la palla. E’ importanti essere preparati sugli altri e per questo cambiamo strategia di avversario in avversario, anche più volte nel corso della partita”.
Mister Semplici invece parlerà nella giornata di sabato, dopo l’allenamento delle 15.

per la foto si ringrazia il collega Leonardo Vallone de IlRossoblu.it

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0