Il ghiaccio è stato rotto. Martelossi: Mai facile debuttare in casa, siamo stati solidi

Ottimo esordio per il Kleb Basket Ferrara contro Montegranaro: dopo una partita abbastanza nervosa in avvio, la Bondi ha preso il largo trascinata da Mike Hall. Al termine del match abbiamo raccolto le dichiarazioni a caldo dei protagonisti:

Alberto Martelossi
“Sono felice, anche in maniera personale visto che è il giorno del mio ritorno a Ferrara, per questa prima vittoria. Prima della partita non potevo parlarne coi ragazzi, ma credo che giocare la prima in casa sia una situazione rischiosa, in cui tensione e nervosismo sono sopra la media. E’ andata bene e faccio i complimenti alla squadra anche per questo motivo: siamo entrati in campo tranquilli e non ci siamo persi d’animo nei momenti difficili della gara. Anche se ogni tanto abbiamo perso il controllo del ritmo siamo comunque rimasti compatti. Montegranaro ha un tasso di talento elevato, ha patito l’assenza di Corbett che però è stata pareggiata dalla presenza limitata di Cortese. La prestazione offensiva è stata buona, anche superiore ai punti che abbiamo raccolto. La percentuale da tre punti è stata altrettanto buona, non sarà sempre così, quindi dovremo lavorare su varie cose, tra cui il controllo del ritmo. Vado a casa contento e credo che il pubblico sia rimasto soddisfatto. Gli arbitri ci hanno messo alla prova nello sperimentare quintetti particolari: la panchina lunga è una cosa positiva, ma si gioca comunque in 5 contro 5 e una cosa molto importante è la chiarezza delle rotazioni. Faccio i complimenti a Montegranaro e a coach Ceccarelli, anche per come ha risposto con sportività alla mia richiesta di timeout a partita già essenzialmente conclusa”.

Mike Hall
“La prima partita è sempre difficile, è un problema valutare la coesione di squadra a priori e c’è un po’ di pressione. Abbiamo giocato con intensità ed energia e sono contento. Il pubblico è stato grande, molto caldo, e mi ha dato una grande energia: spero continuino a supportarci in questo modo. Io sono qui per aiutare la squadra e posso rispondere a qualsiasi tipo di bisogno, se sono punti posso dare i punti, la prossima volta forse saranno rimbalzi o semplicemente servirà energia. Avremo una stagione lunga, ma il primo passo è stato buono”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0