Punto dal sapore amaro per Mattioli: Sono deluso, serviva più attenzione. Il rigore? C’era

I tre punti oggi sarebbero stati importanti, ma secondo i vertici biancazzurri la SPAL ha fatto di tutto per provare a centrare la vittoria. Resta il grande rammarico per il quarto d’ora ad inizio ripresa nel quale i biancazzurri sembra abbiano avuto, per citare Mattioli, un blackout.

WALTER MATTIOLI
“Voi potete dirmi che è un buon pareggio, ma io sono piuttosto deluso, sapete che non ho mezze misure. Il mio stato d’animo non è dovuto alla prestazione, perché la SPAL ha fatto di tutto per portare a casa la vittoria, cercando fino al novantesimo di trovare la seconda rete. Sono deluso per il primo quarto d’ora del secondo tempo nel quale la squadra ha avuto un blackout che ha permesso al Crotone di segnare. Purtroppo questa è la serie A, i nostri avversari hanno giocato una gara onesta e ci hanno punito in occasione di una nostra disattenzione. Il tocco di mano in area? C’era. Non capisco perché alcuni arbitri facciano affidamento sull’aiuto del video e altri no, è una situazione che andrebbe standardizzata. Contro avversarie di questo tipo, destinate a competere con noi per la salvezza, mi aspetto più attenzione. Spero che anche gli errori commessi oggi ci servano da lezione per il futuro, perché oggi bisognava fare di tutto per vincere. I tifosi? Siamo orgogliosi di loro, ci hanno sostenuto come sempre fino alla fine, mi sarebbe piaciuto regalar loro una vittoria. Ora speriamo di fare punti a Bologna”.

SIMONE COLOMBARINI
“Abbiamo giocato un buon primo tempo e dispiace aver preso gol in quel quarto d’ora giocato con meno attenzione ad inizio ripresa. Dispiace perché oggi si pensava di riuscire a fare tre punti ma purtroppo abbiamo concesso troppe occasioni al Crotone in contropiede. Ci è mancata un po’ di personalità? Non credo, forse ci è mancato il guizzo giusto per vincere la gara. Purtroppo quando si prende gol è perché qualche errore viene commesso, questo è certo. Sarebbe stato importante portare a casa tre punti contro un’avversaria coinvolta direttamente nella corsa salvezza, speriamo di recuperare il terreno perso per strada nelle prossime gare. Sono contento per Paloschi che riuscito a sbloccarsi dopo tanto tempo e certamente ci tornerà utile in futuro”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0