Un miracolo di Cordaz toglie la doppietta a Paloschi. L’attaccante: Parata eccezionale

Dalle parole di Felipe e Paloschi in zona mista si capisce il genere di aria tirava in spogliatoio dopo l’1-1 casalingo col Crotone.

ALBERTO PALOSCHI
“Siamo riusciti a sbloccarla, ma dobbiamo essere più a bravi a rimanere compatti e gestire le situazioni, mentre a inizio secondo tempo non lo siamo stati. Il gol di oggi è frutto delle mie caratteristiche che cerco sempre di allenare e ora spero di farne tanti altri. Per quanto riguarda l’occasione nel finale, penso abbia fatto davvero una grande parata Cordaz, io ho provato ad arrivare il più veloce possibile sul pallone e ci sono anche riuscito. Aver ritrovato il gol è molto importante, ma in partite come questa, contro dirette avversarie, è certamente più importante riuscire a fare i tre punti, quindi bisogna migliorare. Tralasciando gli errori dei singoli, bisogna essere più squadra anche quando si subisce, essere tutti lì insieme, perché si sa che le partite di serie A vanno a corrente alterna e bisogna adeguarsi ai momenti. Noi siamo una neopromossa, dobbiamo lottare su tutti i palloni ancora di più e ora speriamo di trovare tre punti nella partita contro il Bologna. Il pubblico qua è sempre fantastico, tifa fino al novantesimo e oltre, e non vediamo l’ora di dar loro le soddisfazioni che meritano, anche se durante la settimana nessuno si risparmia negli allenamenti”.

FELIPE DAL BELLO
“Ci avevamo creduto, perché ci abbiamo messo tanto impegno, sprecando anche diverse energie per vincere questa partita e, anche se non ci siamo riusciti, la cosa più importante era dare continuità in termini di punti e di prestazioni, perché è facile scendere in campo con l’atteggiamento giusto contro Inter o Milan, mentre contro le squadre del tuo livello è sempre più difficile. Oggi l’atteggiamento c’è stato, arrivavamo nelle due fasi con tutti quanti, quindi c’era unione in campo, sapevamo cosa fare per metterli in difficoltà e se avessimo segnato il secondo gol, probabilmente la partita sarebbe finita. Loro non hanno creato grosse occasioni, infatti nel primo tempo eravamo convinti poterla portare a casa, purtroppo però i primi minuti del secondo tempo non sono stati all’altezza, anche perché hanno cambiato tatticamente e ci abbiamo messo un po’ a riprendere le misure in campo. Io la disattenzione sul gol la valuto dalla palla che è partita da Cordaz, è stata recuperata troppo facilmente da loro e ci hanno messo poco per arrivare dentro l’area. L’intesa con Costa? Lui è un ottimo elemento, è un ragazzo simpatico che ci aiuta anche nello spogliatoio e in campo quando sta bene è impressionante, ma non è sicuramente l’unico ad avermi sorpreso, ci sono anche altri come Lazzari, Vicari di cui sentiremo parlare molto da qui a maggio. Ora comunque ci riposiamo in questi due giorni, poi pensiamo alla partita contro il Bologna che è molto sentita dai nostri tifosi”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0