Bologna-Ferrara: cosa ci separa? Giovedì 12 una tavola rotonda in vista del derby

Sono passati ventidue anni e cinque mesi dall’ultima volta in cui SPAL e Bologna si sono affrontate in un campionato professionistico: era il 23 aprile 1995 e si trattava di serie C1. Da allora una generazione intera ha solo potuto immaginare un derby e tutte le sue implicazioni, anche extrasportive.

Per celebrare il ritorno di questa sfida storica e affascinante, le redazioni de LoSpallino.com e di Zerocinquantuno.it hanno creato un evento che cercherà di capire che derby sarà, ma soprattutto quanto (e come) Bologna e Ferrara sono cambiate dal giorno di quell’ultimo derby in terza serie.
Bologna-Ferrara: cosa ci separa?” riunirà attorno a un tavolo Michele Paramatti (doppio ex amatissimo su entrambi i fronti), Alberto Ronchi (ex assessore in entrambe le città), Marco Contini (giornalista di Repubblica Bologna, residente a Ferrara) e Cristiano Mazzoni (scrittore ferrarese), oltre ovviamente ai giornalisti delle due testate. A dirigere il traffico nelle vesti di moderatore ci sarà Sergio Gessi, direttore di FerraraItalia.it.

Chi sente di più il derby? Cosa accomuna le due città e cosa le divide? Una può invidiare qualcosa all’altra? Questi ed altri spunti verranno discussi giovedì 12 ottobre al Clandestino-Birraciboevino di via Ragno 50 a Ferrara, nei pressi del Cinema Apollo. Calcio d’inizio alle 17.30… vi aspettiamo!

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0