Fano si conferma campo difficile: Krifi sconfitta al tie-break nel debutto in campionato

Bottino magro per la Krifi Caffè 4 Torri Volley, che nel debutto in campionato si è dovuta accontentare di due set su cinque contro la Virtus Volley Fano. I granata hanno cercato invano la vittoria in un palasport gremito di tifosi marchigiani (circa ottocento), che hanno sostenuto gli avversari senza sosta fino al quinto set terminato ai vantaggi.

Coach Martinelli schiera in campo la formazione titolare senza rischiare: Vanini al palleggio, Fontana e Bortolato in banda, Casaro opposto, Bragatto e Bernard al centro, Poli in estrema difesa. La Krifi parte bene e si porta subito in vantaggio (9-4) con buone percentuali d’attacco ed un gioco qualitativamente migliore degli avversari. Nessun problema nemmeno nella seconda porzione di set: i granata mantengono la distanza e chiudono i conti sul 19-25. Alla ripresa Fano cerca di prendere il comando del gioco e gli scambi si fanno più serrati. Tutto il set si svolge all’insegna del cambio palla e del gioco punto a punto. Dopo il time out chiamato dalla Virtus Volley sul 24-23, è un errore di Alberto Bortolato a mandare le squadre al cambio campo sull’1-1.

Terzo set che sa di rivalsa per la Krifi. I ferraresi si portano subito avanti con alcuni buoni scambi in attacco ed a muro, ma durante la seconda metà del set una serie di battute vincenti di Fano pareggia nuovamente i conti (17-17). Il muro granata argina gli avversari sul finale e la Krifi pone fine al terzo set sul punteggio di 25-22. Il quarto parziale si rivela il più difficile per i ragazzi di coach Martinelli: dopo una partenza in netto svantaggio (17-7 il massimo divario), il tecnico estense tenta di mescolare le carte: entrano Grazzi per Casaro, Ballerio per Bortolato e Trimurti per Fontana. Ferrara si rifà sotto sul finale con un Bortolato rinnovato nello spirito, ma la reazione giunge troppo tardi e Fano porta la partita al tie break (25-23).

Durante il quinto set sono la tattica e la lucidità a fare la differenza. Ferrara tenta disperatamente di rimanere incollata agli avversari, ma Fano ha il favore del palazzetto e qualche energia in più: il tie break termina sul 16-14 per i padroni di casa con una murata su Matteo Bernard. I granata sono rientrati a Ferrara con un solo punto in tasca: la prossima possibilità di vincere sarà loro offerta sabato prossimo alle ore 18 al palasport, contro la Bontempi Ancona.

Tabellino: Vanini 5, Fontana 8, Bortolato 19, Trimurti 1, Ballerio 6, Grazzi 1, Bragatto 11, Bernerd 15, Casaro 19, Poli (L).

Post Partita
Coach Martinelli non è del tutto scontento dei suoi ragazzi, ma ammette senza riserve gli errori commessi: “Nel complesso la partita è andata abbastanza bene, abbiamo lottato molto sebbene in alcuni momenti non fossimo del tutto lucidi. Si poteva sicuramente fare meglio. Casaro ha faticato in attacco e Bragatto ha faticato dal centro, pur avendo fatto entrambi una buon partita a muro. In campi come questo, dentro ad un palazzetto davvero pieno di tifosi, non ci si può permettere di perdere la concentrazione. Quando la partita è combattuta spesso si perde sicurezza e stasera noi ce ne siamo accorti. Dovremo sicuramente migliorare in battuta, questo è fondamentale”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0