Interspar al fianco del vivaio fino al 2019. Ludergnani: Risorse fondamentali per crescere

Nuova partnership in casa SPAL, quella che riguarda il settore giovanile del club biancazzurro con Eurospar – Interspar, marchi del gruppo Despar, che già ha sponsorizzato la prima squadra nelle prime sei partite del campionato di Serie A. Collaborazione che si era creata con l’intento di accompagnare il settore giovanile, ma successivamente si è estesa alla prima squadra. La partnership riguarderà tutte le squadre del settore giovanile, partendo dai Pulcini 2008 fino ad arrivare all’Under-17, militante nel campionato nazionale di categoria. In mezzo, avranno cucito il marchio sul petto, anche l’Under-16, l’Under-15, i Giovanissimi, gli Esordienti e anche le squadre appartenenti all’Accademia SPAL.

A rappresentare la catena di supermercati, presso la sala stampa del centro Gibì Fabbri, è il direttore marketing Fabio Donà: “Ormai con la SPAL mi sento in famiglia. Sono particolarmente contento, sia a livello personale che come portavoce dell’azienda, di essere qua a Ferrara tra i biancazzurri. Io e Mattioli ci siamo conosciuti ad agosto e la stima reciproca ci ha portato a creare un progetto volto alla sponsorizzazione del settore giovanile. Strada facendo abbiamo deciso di fare sei partite insieme anche in Serie A. Come azienda siamo molto contenti sia di appoggiare nuovamente una realtà di Ferrara (il marchio aveva già collaborato con la Pallacanestro 4 Torri) che una società come la SPAL, soprattutto per quanto riguarda le famiglie dei bambini che giocano nel settore giovanile. Per noi infatti il tessuto sociale non è secondario allo sport a livello di importanza. Vogliamo supportare le future generazione, in linea con il nostro principio di marketing. Abbiamo avuto, dopo l’esperienza con la prima squadra, riscontri positivi. Nelle nostre sedi estere, in Austria, Croazia, Slovenia e Ungheria si è iniziato a parlare di SPAL. Non che sia una società che abbia bisogno di noi per avere visibilità internazionale, ma abbiamo contribuito. E anche la SPAL, reciprocamente, ci ha dato buona visibilità. Prolungare la sponsorizzazione della prima squadra tuttavia non rientrava tra i nostri progetti e abbiamo deciso di dedicarci totalmente al settore giovanile. La collaborazione durerà due anni, anziché i soliti 12 mesi. Questo sta a testimoniare il forte legame che si è creato. Lavoriamo in un’ottica di continuità di rapporto”.  Per chiudere: “Per me la maglietta della SPAL è bellissima anche senza nessun marchio. Con questi però ci sta meglio”.

A rappresentare l’ambiente biancazzurro è Alessandro Crivellaro, direttore commerciale del club estense: “Sono molto contento che la collaborazione sia su base biennale. Il marchio avrà visibilità su tutte le maglie del settore giovanile e dell’Accademia. Parallelamente stiamo cominciando a lavorare su diverse attività su cui lo sponsor comparirà nel corso dell’anno. Sono progetti che discuteremo step by step e riguarderanno le tante attività del settore giovanile. Un esempio sarà la creazione di un album delle figurine. Le idee insomma sono tante e belle, vedremo strada facendo”.

Riprende il discorso Fabio Donà: “A differenza di quanto accaduto con la prima squadra, stavolta useremo tutti e tre i marchi. Reputo questa decisione come un fatto simbolico molto forte. L’azienda ha voglia di appoggiare la società in maniera importante. Faremo entrare in questa collaborazione tutti i nostri negozi che sul territorio, tra diretti ed associati, raggiungono la ventina”.

La parola passa a Ruggero Ludergnani, responsabile del settore giovanile: “Le risorse sono alla base di tutto. Sapere che un’azienda così importante ha deciso di sponsorizzare la SPAL, che rappresenta la provincia, è motivo di orgoglio. Siamo di fronte ad un grande progetto e c’è bisogno di tanta volontà, risorse e lavoro. Vogliamo riportare il settore giovanile ad un livello il più importante possibile. Affrontiamo realtà affermate e vogliamo che il nostro vivaio sia a quei livelli. Tutto ciò che ci può aiutare è gradito. Ringrazio Donà e Interspar per l’aiuto”.

A chiudere, non poteva mancare l’intervento del presidente Walter Mattioli: “La SPAL è felice di questo rapporto, importante e molto bello. Insieme faremo cose importanti, anche legate alle famiglie. È importante incontrare queste grandi aziende. Il settore giovanile deve diventare un punto di riferimento per la prima squadra e il nostro settore giovanile lo diventerà, come già succede per molte società. Tuttavia per raggiungere questo obiettivo serve tempo e servono investimenti. Per questo ringraziamo il gruppo Interspar. È un marchio importante, anche bello da vedere sulle magliette. Oggi è un giorno importante per la nostra società”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0