Tra Cesena e SPAL un gol per tempo: Ubaldi risponde a Babbi. Cottafava: Giusto così

Al campo sportivo “Rognoni” di Villa Silvia di Cesena (FC), Cesena e SPAL Primavera si spartiscono un tempo a testa dividendosi il bottino. In avvio i padroni di casa si prendono la scena e dopo quarantacinque minuti di buon calcio riescono a passare in vantaggio mentre nella ripresa sono i ferraresi ad alzare la testa, trovando il pareggio in extremis. La squadra di mister Rivalta non è in un buon periodo di forma: dopo la vittoria esterna sul campo della Virtus Entella sono arrivate due sconfitte contro Pro Vercelli e Cremonese; la SPAL invece ha reagito bene allo scivolone contro il Novara e cercava la seconda vittoria consecutiva per dare continuità al successo interno della scorsa settimana ai danni dello Spezia.

Nel primo tempo i biancazzurri partono col freno a mano inserito e sono i romagnoli ad avere la meglio. Dopo 45′ il Cesena riparte in contropiede dalla propria metà campo sfruttando un corner mal gestito dagli ospiti e raggiunge l’area spallina: Babbi chiude l’azione infilando di testa il gol del vantaggio. Il primo tempo termina con i padroni di casa meritatamente in avanti ed i ferraresi chiamati ad una reazione per tornare in partita. Nella ripresa la SPAL cambia volto e scende in campo con un atteggiamento diverso costringendo gli avversari nella loro trequarti per buona parte del secondo tempo. Dopo qualche occasione mancata ed un pizzico di nervosismo (al 32’ l’arbitro allontana dalla panchina Oliani, preparatore atletico spallino, a causa di una discussione col guardalinee) i biancazzurri pareggiano. Al 42’ Ubaldi riceve un cross da Maranzino sulla fascia destra, si porta avanti il pallone liberandosi dalla marcatura avversaria e gonfia la rete con uno splendido diagonale destro. In pieno recupero la SPAL sfiora addirittura il vantaggio con la punizione di Scarparo che scavalca la barriera ma viene deviata in corner da Saro. Dopo quattro minuti di extra time la partita si chiude con un pareggio perfettamente giustificato dai valori visti in campo: al Cesena padrone del gioco del primo tempo risponde una SPAL reattiva nella ripresa e alla fine dei giochi l’1-1 mette d’accordo tutti.

Anche mister Cottafava la vede così: “La partita di oggi ha due volti. Nel primo tempo loro hanno giocato molto bene e  noi eravamo in difficoltà, mentre nella ripresa siamo tornati in campo con la grinta giusta ed è arrivato il gol: il pareggio è giusto. Da un lato sono amareggiato perché abbiamo concesso troppo all’inizio, lasciando un tempo al nostro avversario, dall’altro invece mi compiaccio coi ragazzi per l’ottima reazione della ripresa”.

LINK: I risultati della 6^ giornata nel girone B di Primavera 2 e la classifica.

CESENA-SPAL 1-1 (1-0 p.t.)

CESENA (4-4-2): Saro; Merciari, Ingrosso, Ndiaye (dal 42′ s.t. Lanzoni), Salcuni; Cecacci, Iacovelli, Urso, Babbi (dal 31′ s.t. Nanni); Andreoli, Carnicelli (dal 27′ s.t. Gasperoni). A disp.: De Angelis, Bartoletti, Grieco, Magi, El Bouhali, Pippi. All.: Rivalta.
SPAL (3-5-2): Seri; Cannistrà, Boccafoglia, R. Barbosa; Spaltro (dal 4′ s.t. Vitale), Parolin (dal 4′ s.t. Cantelli), Maranzino, Artioli, Martina; Barbosa, Ubaldi (dal 46′ s.t. Scarparo). A disp.: Palermo, Aguiari, De Angelis, Lubic, Clement, Soverini, Petrovic. All.: Cottafava.

ARBITRO: sig. Camplone di Pescara; assistenti: sig. Di Giacinto di Terni e Micaroni di Chiavari.
RETI: 45’ p.t. Babbi (C), 42’ s.t. Ubaldi (S).
AMMONITI: 25’ p.t. Maranzino (S), 44’ s.t. Lanzoni (C).
NOTE: campo in buone condizioni, cielo coperto. Recupero: 2’ p.t., 4’ s.t..

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0