Tra Ferrara e Morciano non c’è partita: ai granata basta un’ora per incassare i tre punti

Non c’è stata partita tra la Krifi Caffè 4 Torri e la Rovelli Morciano. I granata hanno chiuso i conti in tre set e poco più di un’ora contro una squadra che ha mostrato di essere ancora acerba per affrontare la serie B contro squadre decisamente più rodate.

Formazione titolare priva di un paio dei senatori granata: sono scesi in campo Vanini, Bragatto, Ballerio, Casaro, Poli, Bortolato e Smanio. La Krifi inaugura il match con una pipe da posto cinque di Bortolato e raddoppia poco dopo con Ballerio. Reattiva anche la difesa, con Federico Poli che interviene brillantemente in un paio di occasioni. Morciano, dal canto suo, fatica a trovare il ritmo e cede sul punteggio a causa di numerosi errori e falli. I time out discrezionali chiesti da coach Rovinelli (sul 6-1 e sul 17-9) si rivelano perfettamente inutili: la Krifi vola velocemente verso la vittoria del primo set, chiuso da un attacco di Alberto Bortolato (25-12).

Nella ripresa coach Martinelli affida il campo a Simone Grazzi e lascia a riposo Nicolò Casaro. La Rovelli prova a reagire con Mike Fabbri da posto quattro, ma dopo un paio di scambi di assestamento i ferraresi prendono le misure e chiudono il varco a muro. E’ proprio Grazzi che sulla metà set allunga le distanze con due ace degni degli applausi del palasport. Sul 15-10 entra in campo Matteo Trimurti al posto di Alberto Bortolato: il ferrarese prende in mano le redini dell’attacco e porta a casa altri punti per i granata. Morciano prova a compiere l’ultimo disperato tentativo chiamando il tempo discrezionale sul finale, ma poco dopo chiude Grazzi sul 25-14.

Largo ai giovani di casa 4 Torri per il terzo set: confermati in campo Grazzi, Trimurti e Biondi. Morciano, messa alle strette dal conteggio dei parziali, si porta in vantaggio in un paio di circostanze. Ferrara nel frattempo fatica a mantenere la concentrazione, cosciente di avere di fronte una squadra di livello tecnicamente inferiore. A metà set alcuni errori di troppo su pallonetto avversario mantengono in vantaggio la Rovelli, che ha trovato un varco nel muro estense e concentra l’attacco solamente a centrocampo. Ferrara accelera sul finale con Grazzi e Trimurti, ma a chiudere il match ci pensa Ballerio a muro sul 25-23.

Krifi Caffè 4 Torri Volley 3 – Dolciaria Rovelli Morciano 0 (Parziali: 25-12, 25-14, 25-23).
Tabellino: Bortolato 7, Trimurti 9, Grazzi 18, Smanio 5, Ballerio 8, Bragatto 3, Casaro 6, Vanini, Biondi, Poli (L).

Post Partita
“Non abbiamo commesso molti errori” commenta Martinelli a bordo campo dopo il fischio finale “abbiamo sbagliato meno sia in attacco che in battuta, ma abbiamo murato male. Secondo me dobbiamo essere più intraprendenti, mettendo la sfida nella sfida con l’avversario di pari ruolo. Nel terzo set ci sono scappate tre o quattro palle facili: se le avessimo raccolte avremmo vinto magari con un distacco maggiore. Detto questo partiamo con i tre punti come doveva essere, pensando che ci aspetteranno compiti più difficili di questo da qui in avanti. Bisognerà metterci qualcosa in più di oggi, anche se a volte è difficile giocare con un avversario che senti inferiore a te. Pensiamo alla prossima”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0