Mattioli e Colombarini applaudono: Buon risultato, forse avremmo meritato altri due punti

Al termine di Atalanta-Spal abbiamo intervistato la dirigenza biancazzurra, soddisfatta del buon punto strappato a Bergamo, nonostante il rammarico per l’esito delle occasioni clamorose avute sul finale all’ “Atleti Azzurri d’Italia”.

SIMONE COLOMBARINI
“Siamo soddisfatti, portare a casa un punto da Bergamo non può che farci felici. Oltretutto pensando che se avessimo vinto non ci sarebbe stato nessuno scandalo. Torniamo a Ferrara con la consapevolezza di aver giocato una grande partita. C’è un po’ di rammarico per le occasioni che abbiamo avuto a fine gara, siamo stati sfortunati in un paio di episodi, con Viviani e Antenucci, ma ci accontentiamo di questo pareggio. Sono contento per il gol di Rizzo, è un ragazzo che ha dimostrato di avere delle qualità importanti e di meritarsi una chance. Anche Grassi, schierato a sorpresa dal mister, ha giocato una buona gara, può essere il centrocampista in grado di darci quel tocco di eleganza e agilità in più. È un pomeriggio senz’altro positivo e finalmente è arrivato anche il primo intervento del VAR a nostro favore, penso non ci fossero dubbi sul chiaro intervento pericoloso del loro giocatore (Freuler, ndr). Adesso c’è la pausa e quindi possiamo ricaricare le pile con serenità. Stiamo vivendo un buon momento e questi quattro punti in due partite ne sono la chiara dimostrazione”.

WALTER MATTIOLI
“Oggi ho visto una bellissima partita e una grande SPAL. Torniamo a Ferrara con un punto solo, ma ne avremmo meritati anche altri due, per quello che abbiamo fatto vedere nel secondo tempo, dove abbiamo dominato il campo e siamo andati più volte vicini al vantaggio. Rimane un po’ di rammarico, ma siamo felici e soddisfatti di aver pareggiato in un campo difficile come questo, consapevoli di aver rischiato veramente poco. Andare alla pausa con nove punti è un buon risultato, ma soprattutto conta lo spirito con cui ci andiamo. Ho visto l’intensità con cui si è allenata la squadra in settimana ed ero convinto che oggi i ragazzi si sarebbero fatti valere e non mi sono sbagliato. Forse si fa sentire il peso di qualche punto perso col Sassuolo, col Cagliari e col Crotone in casa, ma siamo soddisfatti di come stiamo affrontando questo campionato”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0