Molinaro è un sesto uomo decisivo, la sostanza stavolta ce la mettono Cortese e Moreno

La Bondi centra la prima vittoria lontana dal Palasport di Ferrara e vola a quota 8 punti in classifica, agganciando proprio l’Unieuro Forlì sconfitta questa sera. A trascinare il Kleb sono Cortese, Moreno e Molinaro, mentre Hall non ha contribuito come al solito dal punto di vista realizzativo, facendosi notare di più per l’apporto difensivo. Prova opaca di Fantoni, decisivi Venuto e Panni con due triple nei momenti clou della gara.

Rush 5,5: torna a disposizione di coach Martelossi dopo una lunga assenza, ma non è in grado ancora di dare il consueto apporto alla causa: in 10′ segna un punto, trasformando un tiro libero su due tentati. Spara a salve dal tiro pesante.

Hall 6,5: non brilla ma mette a referto la solita partita solida, andando in doppia cifra con punti (11) e rimbalzi (23, di cui 5 offensivi). Domina nel pitturato ma tira male, soprattutto da dietro l’arco dei 6,75 (chiude con il 14%, realizzando un solo canestro su sette tentativi) e dalla lunetta (2/5). Dentro l’area va un po’ meglio, comunque non raggiunge il 50% nei tiri da 2. In difesa non fatica più di tanto nonostante debba giocare parecchi minuti da numero cinque.

Fantoni 6: gioca poco rispetto ai suoi standard (solo 25′), limitato dai falli. Non a caso, infatti, esce dal match anzitempo prima del supplementare. Avrebbe potuto fare meglio, considerando il fatto che Forlì non ha nel roster un pivot di ruolo. E non riesce a trovare una contro misura efficace a Castelli, che dentro l’area di Ferrara ha fatto il bello e il cattivo tempo. Sufficienza acciuffata grazie agli 11 punti e le buone percentuali dal campo.

Molinaro 7,5: quando interpreta il ruolo di sesto uomo così, fa la differenza: non è troppo falloso e questo gli permette di chiudere con 15 punti in 19′ (6/8 da due e 3/4 dalla lunetta) e 6 rimbalzi. Grande presenza nei primi 20′ di gara, dopo l’intervallo cala un po’, ma non fa mancare il proprio contributo in entrambe le metà campo.

Cortese 8: ancora una volta è tra i candidati a vincere il premio di migliore in campo. Difficile scegliere tra lui e Moreno. Ma il capitano oltre i 22 punti (3/6 da due, 4/9 da tre e 4/4 dalla linea della carità) e gli 8 rimbalzi mette la firma sulla partita stoppando Castelli nell’ultimo possesso di Forlì nel supplementare.

Venuto 6: chiude con 6 punti, frutto di due triple. Non tanti, ma fondamentali per le sorti della gara: la tripla dall’angolo a inizio del supplementare, che è valsa il +1 (79-80), ha impedito all’Unieuro di andare in fuga nel momento decisivo dell’incontro. Troppe però le palle perse, alcune sarebbero potute essere cruciali per il risultato.

Panni 6,5: non pervenuto fino alla bomba dell’80-82 sull’assist di Moreno. Si iscrive a referto con 5 punti, e poco altro. Ma è lo stesso decisivo.

Moreno 7,5: parte in quintetto perché Martelossi deve fare di necessità virtù avendo Rush a mezzo servizio e, anche questa sera, oltre a dirigere l’orchestra realizza canestri dal peso specifico notevole. Chiude con 16 punti (50% da due, il 75% dalla lunetta e il 100% da tre), 8 assist e 2 rimbalzi. Fondamentale, ed è bello vederlo giocare.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0