Chievo-SPAL novità assoluta in serie A. Ultimo incrocio nel 1994, con Malesani e Maran

Bisogna tornare indietro di ventitré anni per trovare un precedente di campionato tra Chievo e SPAL. L’ultimo incrocio tra le due squadre risale infatti al campionato di serie C1 1993-1994, il primo con la novità dei tre punti assegnati per la vittoria. Una stagione che vedeva la SPAL reduce dall’amara retrocessione dalla serie B 1992-1993 e il Chievo come realtà ancora in via di consolidamento in una categoria conquistata solo cinque anni prima dopo una lunga militanza nella serie minori. Alla guida dei “Mussi volanti” c’era il quarantenne Alberto Malesani, che fino all’anno prima aveva fatto da vice a Carlo De Angelis.

Chievo-SPAL del 23 gennaio 1994 tra l’altro segnò la prima sconfitta stagionale dei biancazzurri di mister Discepoli, perfetti fino a quel momento, con un girone d’andata da 9 vittorie e 8 pareggi. La sfida del “Bentegodi” venne decisa da un gol nel finale di Dante Tamagnini. Tra l’altro in campo era presente anche Rolando Maran, che oggi del Chievo è allenatore.

23 gennaio 1994, 18^ giornata
ChievoVerona-SPAL 1-0 (pt 0-0)

Chievo: Zanin, Moretto, Franchi, Gentilini, Maran, D’Angelo, Rinino, Cossato (dal 44′ s.t. Ballarin), Gori, Antonioli, Bracaloni (dal 20′ s.t. Tamagnini). All.: Malesani.
SPAL: Brancaccio, Lancini, Papiri, Zamuner, Mangoni, Fiondella, Olivares, Bacci (dal 44′ p.t. Paolone), Mezzini, Bottazzi, Bizzarri. All.: Discepoli.
Arbitro: Corda di Cagliari.
RETI: 38′ s.t. Tamagnini.

Quella sconfitta al tempo venne interpretata come un incidente di percorso, ma si rivelò poi la spia di un momento critico culminato con una serie quattro sconfitte consecutive tra la 20^ e la 23^ giornata. In quella stagione il Chievo chiuse il campionato in testa, conquistando la prima promozione in serie B della sua storia, mentre la SPAL passò dai playoff: quelli del derby vinto al Dall’Ara e dello sciagurato spareggio di Verona contro il Como di Tardelli.

Ovviamente Chievo-SPAL è una sfida del tutto inedita in serie A. In estate, ad inizio agosto, le due squadre si sono affrontate in amichevole al “Paolo Mazza”, chiudendo sull’1-1.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0