La delusione di Semplici: Punti gettati al vento, non possiamo farci intimorire dagli avversari

Difficile spiegare una partita simile, dominata dalla SPAL nel primo tempo, totalmente ribaltata dal Chievo Verona nella ripresa. Ci provano Leonardo Semplici e Rolando Maran nell’immediato post partita, ovviamente con stati d’animo diametralmente opposti.

LEONARDO SEMPLICI
“C’è grande rammarico, per non dire altro. Lo stato d’animo è quello della delusione. La partita è stata condotta bene, siamo andati meritatamente in vantaggio, abbiamo creato tante palle gol per chiuderla e anche un pareggio sarebbe stato un risultato negativo, figuriamoci una sconfitta. Dobbiamo imparare da queste situazioni perché diventa difficile lavorare anche moralmente, tornare a casa con zero punti oggi è brutto. Nonostante le assenze e i tanti esordi dal primo minuto eravamo ad un passo dal successo. Qual è il problema? Permettiamo all’avversario di entrare in casa nostra senza che ci metta in difficoltà e in A questi episodi si pagano. Che messaggio manderò ai ragazzi? Sapevamo che il nostro percorso sarebbe stato difficile. Bisogna lavorare a testa bassa perché per noi ogni partita è di vitale importanza. Non si possono concedere occasioni simili agli avversari. Il calo nel secondo tempo? Ci facciamo intimorire. Arretriamo e viviamo di rendita, ma questo non deve accadere. Poi il Chievo ha sicuramente meriti, ma se devo vedere come sono nati i due gol noto troppe leggerezze. Forse non riesco a trasmettere l’importanza di ogni palla che giochiamo. Per cinquanta minuti è stata una grande SPAL, fino al 2-1 siamo stati bene in campo ma alla fine non abbiamo rischiato nulla. Certo, la gestione di palla poteva essere migliore e dobbiamo eliminare questi limiti caratteriali. Ci siamo messi in difficoltà da soli. Non chiudiamo mai una partita senza subire gol e davanti alla porta non siamo cinici. Poi ovvio che diventa difficile in un campionato come questo. Dobbiamo migliorare nella fase difensiva e nella lettura delle partite, ma se fossimo andati sul 2-0 sicuramente la partita si sarebbe messa in maniera diversa”

ROLANDO MARAN
“La SPAL ci ha messo in grossa difficoltà nel primo tempo e lì è stato bravo Sorrentino a tenerci in partita con almeno tre interventi decisivi. Nella ripresa, grazie alle giocate dei singoli e al cambio di mentalità siamo riusciti a fare quello che non ci era venuto fino all’intervallo e sono sicuro che tempo fa una partita del genere sarebbe finita in maniera diversa, ma oggi, con logica e sacrificio, siamo riusciti a rimetterci in carreggiata. I meriti della SPAL? Ci ha limitato tanto e noi non siamo stati bravi a prendere le dovute contromisure fino a quando non abbiamo ritrovato la calma. Pellissier? E’ entrato in tutte le azioni decisive, ci ha dato una grandissima mano”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0