Il lato positivo: Kleb finalmente convincente, il presidente fa un altro appello al pubblico

Nove giornate di campionato, dieci punti e quinto posto in classifica in A2. Sono questi i numeri essenziali per tracciare un primo bilancio in casa Kleb Basket Ferrara, e a farlo è il presidente Fabio Bulgarelli in persona, che seduto al fianco del suo vice Marco Cocchi ha convocato inaspettatamente una conferenza stampa per analizzare nel dettaglio il buon rendimento della squadra sul piano sportivo, ma anche per fare il punto della situazione sulla gestione societaria, a proposito della quale non mancano frasi forti che poco lasciano all’immaginazione.

Impossibile non partire dalle note liete, ovvero le tre vittorie consecutive ottenute dalla squadra di Martelossi: “Stiamo attraversando un periodo altamente positivo, guardiamo con soddisfazione classifica e risultati. Dopo la vitoria di domenica contro Treviso e in vista delle prossime due partite che ci aspettano possiamo fare un primo bilancio. Abbiamo vissuto momenti complicati in questo inizio di campionato, ci sono stati tanti cambiamenti e non era facile riuscire a costruire una squadra basata sì su alcuni punti di riferimento, ma anche su grandi novità. Il livello del torneo si è alzato e riuscire a restare competitivi senza un americano su cui puntiamo molto (Rush, tornato a disposizione a Forlì- ndr) ci fa ben sperare per il futuro. Abbiamo tutte le possibilità per riuscire a stare nella zona play off e il futuro è roseo perché vedo un roster in crescita in attesa del ritorno a pieno regime di Erik”.

Poi Bulgarelli analizza al dettaglio il rendimento di ogni singolo giocatore, senza risparmiare elogi su più fronti: “Domenica è stata una vittoria di gruppo, tutti i ragazzi stanno crescendo rapidamente. Moreno è diventato un’ottima guardia, segna e fa assist. Venuto e Panni si stanno calando nella nostra realtà e Fantoni è una certezza. Molinaro ci sta sorprendendo, Hall si sta dimostrando quel giocatore devastante che ci ha spinti a prenderlo e ora che la squadra è più equilibrata lui sta esprimendo tutte il suo potenziale. Su Cortese invece c’è poco da dire, è il vero fuoriclasse del Kleb. Lo scorso anno ci aveva impressionato, ma adesso sta andando addirittura oltre le aspettative in un momento anche di difficoltà fisica. Il suo contributo è devastante, è uno dei pochi italiani fuori categoria. Non lo cambierei con nessuno”.

Tutto questo ha fatto sì che la Bondi ritrovasse presto la bussola, mettendola quasi sullo stesso piano di corazzate come Fortitudo e Trieste: “Ci fa piacere che la piccola Ferrara riesce a stare, almeno per ora, con squadre dal budget importante. Fortitudo, Treviso e Trieste contano giocatori per noi fuori mercato, ma in punta di piedi e consapevoli del nostro affiatamento, proveremo a competere con le grandi fino a fine stagione e per ora ci stiamo riuscendo. Siamo contenti dei risultati in funzione a quelle che sono le nostre capacità. Non sappiamo quale sarà il futuro, ma la squadra sta crescendo e siamo ottimisti. Come siamo ottimisti guardando la crescita del pubblico. Siamo partiti in modo deficitario, quest’anno abbiamo ridotto gli ingressi omaggio rispetto agli anni precedenti e viaggiamo su cifre di pubblico inferiori. Ovvio che questo calo dipende anche dal ritorno della SPAL in serie A, ma stiamo facendo di tutto per portare più pubblico possibile al Palasport e il clima meraviglioso di domenica mi fa rivivere i fasti degli ultimi campionati. C’è voglia di pallacanestro e di ritrovare spirito di appartenenza”.

La linea da seguire è stata tracciata anche grazie alla presenza di John Ebeling al palasport domenica pomeriggio per la cerimonia di ritiro della sua maglia numero 15: “E’ riuscito a portare sugli spalti le tre società giovanili del territorio. Noi vogliamo proseguire questo percorso”. Da qui la scelta commerciale di agevolare l’ingresso alle partite per tutti i tesserati: “Gli under 14 entreranno gratis, gli over over 14 con lo sconto del 50%, così come gli universitari”. Infine un ultimo cambiamento, questa volta temporaneo dovuto al problema di salute che ha colpito il team manager Donato Di Monte: “La carica sarà ricoperta da Maurizio Menatti, che verrà coinvolto sempre di più nelle dinamiche del club in attesa di riavere Donato in organico”.

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0