L’attacco resta a secco, il Parma ringrazia: basta un autogol per far cadere i biancazzurri

Una buona prestazione sul piano del gioco ed ottanta minuti di dominio territoriale non premiano la SPAL Primavera, che torna a casa con zero punti e tanti rimpianti dal Centro Sportivo “Parma Calcio” di Collecchio: ai padroni di casa basta un maldestro autogol di Maranzino per fare risultato e vincere una partita molto sofferta, giocata prevalentemente in difesa per assorbire i colpi dei ferraresi. Mister Cottafava mette in pratica qualche nuova idea e scende in campo con un inedito 4-3-1-2, schierando Gabriel Barbosa alle spalle della coppia Ubaldi-Petrovic, supportata anche dalla spinta dei terzini sulle fasce laterali; mister Iori invece rimane fedele al 4-3-3, cambiando solo qualche interprete nell’attacco parmense.

Passano appena 12’ dal fischio di Ricci e subito il Parma passa in vantaggio, non senza la complicità dei biancazzurri: sugli sviluppi di un calcio di punizione Maranzino sporca di testa la conclusione di Binini, alzando un pallonetto che scavalca Seri e carambola in rete. L’autogol soddisfa i padroni di casa, che decidono di rintanarsi nella propria metà campo per contenere la reazione ferrarese e portare a casa il risultato: per il resto del match in campo si vede solo la SPAL, che le prova tutte per pareggiare i conti. Nel secondo tempo non cala la spinta offensiva biancazzurra, che pianta le tende nell’area avversaria e colleziona palle gol: quello che si avvicina di più al pareggio è Artioli che prima al 19’ e poi al 23’ sfiora la rete con due traverse clamorose. La SPAL tiene alto il baricentro e continua a mettere in difficoltà i padroni di casa, ma la porta difesa da Adorni oggi sembra stregata. All’ultimo minuto arriva anche un rosso diretto per Boccafoglia, che sventa un pericoloso contropiede parmense atterrando un avversario. Subito dopo aver spedito lo spallino sotto la doccia,  Ricci fischia tre volte e pone fine al match: nonostante la dozzina di tiri in porta a favore dei biancazzurri l’incontro termina 1-0 per il Parma.

Nel post partita mister Cottafava è incredulo: “Oggi abbiamo messo in campo una delle nostre prestazioni più belle, sicuramente la migliore in trasferta, ma se non si fa gol non si vince. Ho voluto provare questo 4-3-1-2 ed il gioco espresso è stato di ottima qualità: negli ultimi sedici metri i ragazzi hanno giocato con grande intensità e si sono mossi bene sugli esterni, mentre la fase difensiva non c’è stata visto che il Parma difficilmente superava la sua metà campo e non ha quasi mai tirato in porta. Il gol è il coronamento di tutto il lavoro svolto durante la settimana e purtroppo oggi siamo stati negativi in questo, al di là della prestazione: dobbiamo sicuramente migliorare per essere più concreti sotto porta, visto che oggi ogni attaccante ha avuto almeno quattro palle gol e non siamo riusciti a segnare”.

LINK: I risultati della 12^ giornata nel girone B di Primavera 2 e la classifica.

Parma-SPAL 1-0 (pt 1-0)

PARMA (4-3-3): Adorni; Rocchi, Vecchi, Carniato, De Meio; Sanovito (dal 30’ s.t. Bi Zamble), Mastaj (dal 42’ s.t. Di Stefano), Binini (dal 6’ s.t. Seck); Gardi, Dodi, Longo. A disp.: Rao, Oberrauch, Monaco, Mora, Messina, Ingenioso, Corvi. All.: Iori.

SPAL (4-3-1-2): Seri; Boccafoglia, Della Giovanna (dal 6’ s.t. Spaltro), Cannistrà, Martina; Ljubic, Maranzino, Artioli; Gabriel Barbosa; Petrovic (dal 33’ s.t. Soverini), Ubaldi (dal 16’ s.t. Parolin). A disp.: Balboni, Aguiari, Scarparo, Cantelli , De Angelis, Vitale, Clement, Palermo. All.: Cottafava.

ARBITRO: sig. Ricci di Firenze; assistenti: Zambelli di Finale Emilia e Seccenti di Modena.
RETI: aut. Maranzino (S) al 12’ p.t.
AMMONITI: Mastaj (P), Gabriel Barbosa (S).
ESPULSI: Boccafoglia (S) al 47’ s.t. per fallo tattico.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0