Nello spogliatoio c’è fiducia. Antenucci: Lo 0-2 poteva ammazzarci, reazione di carattere

Clima tutto sommato disteso quello in zona mista, con un 2-2 arrivato in modo davvero rocambolesco. Queste le impressioni di due dei protagonisti della partita odierna, Mirco Antenucci e Alberto Grassi.

MIRCO ANTENUCCI
“Abbiamo fatto un mezzo miracolo, lo 0-2 in casa contro una diretta concorrente poteva ammazzarci. La squadra ha avuto una reazione incredibile, mettendoci gli attributi e dimostrando che se giochiamo come negli ultimi venti minuti, magari evitando certi errori commessi prima, ce la possiamo giocare con tutti. Non ho capito il motivo dell’annullamento del gol di Floccari, ma a parte quello abbiamo creato molto, dimostrando di essere vivi. Quello di oggi è un punto guadagnato per come si era messa la partita. Sembrava ci fosse grande equilibrio fino a un certo punto e che tutto potesse decidersi con un episodio come col Genoa, poi evidentemente è andata in modo diverso. Il nostro pubblico ci ha dato una grossa mano, come sempre nei momenti difficili e dev’essere la nostra arma in più. Sappiamo che i punti con le dirette concorrenti valgono di più. Ora abbiamo una sfida fondamentale anche se non decisiva contro il Benevento e dobbiamo prepararci al meglio. È vero che per ora la lotta salvezza vede coinvolto anche il Sassuolo, ma credo che loro abbiano qualcosa in più delle altre e comunque noi dobbiamo pensare solo a noi stessi. Se era concordato che tirassi io il rigore? Ho preso il pallone perché l’anno scorso li calciavo io e oggi mi sentivo molto sereno”.

ALBERTO GRASSI
“Anche se non sono riuscito a segnare, i miei due pali hanno dato probabilmente la scossa alla squadra e questo ci ha permesso di raggiungere un 2-2 che poteva sembrare impossibile. Quello che conta è stato portare a casa un punto, anche se poi abbiamo provato a vincerla. Non mi pare che loro abbiamo fatto meglio di noi, siamo stati bravi a reagire, grazie anche a quelli che sono entrati, perché non è mai facile subentrare. Magari ci ha un po’ penalizzato la voglia di vincere, mentre il Verona è stato bravo a sfruttare le due occasioni avute. Noi abbiamo un gruppo bellissimo, ci si allena sempre col sorriso e i nostri tifosi sono davvero eccezionali. Ora dobbiamo cercare di portare a casa i tre punti col Benevento e di vincere finalmente uno scontro diretto. Guardando la classifica, penso che il Sassuolo abbia giocatori di grande valore, è tanti anni che fa la serie A e forse ora gli sta solamente girando un po’ male. Dalla partita di oggi dobbiamo sicuramente capire che bisogna sempre stare attenti, anche nelle circostanze che non sembrano cosi pericolose e poi dobbiamo sfruttare le occasioni che ci capitano e questo lo dico soprattutto a me, perché non posso sbagliare quei gol”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0