Regali di Natale tra SPAL ed Entella: un errore per parte vale l’1-1, Seri decisivo

Un errore per parte regala un punto a testa, ma al Centro Sportivo “G. B. Fabbri” di Via Copparo brilla la Virtus Entella: dopo un primo tempo equilibrato i liguri prendono in mano la partita e provano a fare breccia in tutti i modi nel fortino biancazzurro, ma la SPAL non cede e l’ultimo match del girone d’andata termina in parità. Mister Cottafava ripropone il modulo visto contro il Parma e scende in campo di nuovo il 4-3-1-2, con Gabriel Barbosa, Clement e Petrovic in attacco; mister Sassarini (ex allenatore biancazzurro, sulla panchina della SPAL nella stagione 2012-2013) risponde con lo stesso modulo, schierando a sorpresa Tomi Petrovic in attacco.

Passano appena 4’ dal fischio d’inizio ed arriva il primo acuto per la SPAL: Petrovic controlla bene la sponda di Clement e trova lo specchio della porta ma Siaulys si allunga e para il tiro. Un minuto dopo l’Entella risponde con Semprini, ma Seri è ben posizionato e non si fa sorprendere dalla conclusione del numero undici. Gli ospiti mantengono alto il baricentro per trovare un varco nelle retrovie ferraresi, mentre la SPAL contiene la spinta offensiva avversaria in attesa del contropiede giusto. Al 22’ De Angelis aggancia Semprini in area, atterrandolo con un intervento inutile e l’arbitro indica il dischetto: rigore per l’Entella. Tomi Petrovic spiazza Seri dagli undici metri e porta in vantaggio i diavoli neri segnando il decimo gol in campionato. La SPAL reagisce ed al 31’ Gabriel Barbosa pareggia i conti. L’attaccante brasiliano sfrutta un passaggio maldestro di Vaccarezza, recupera il pallone sulla trequarti e si lancia verso la porta avversaria, piazzando la sfera nell’angolino alla destra di Siaulys. Al 37’ l’Entella torna a farsi vedere in attacco con De Marco, che cerca il vantaggio con un rasoterra da fuori area, ma trova solo i guanti di Seri. Sul tramonto del primo tempo Vitale prova a piazzare un tiro dalla distanza ma la conclusione mal calibrata si spegne sul fondo. Il primo tempo termina in parità dopo 2’ di recupero.

Nella ripresa la SPAL non rientra con la medesima convinzione ed il monologo dell’Entella inizia al 3’ con Onisa, che viene smarcato da Spina e si ritrova a tu per tu con Seri, ma calcia male e centra l’esterno della rete. Al 15’ gli ospiti sfiorano il raddoppio: sugli sviluppi di un corner Tomi Petrovic devia il pallone nello specchio, ma Cannistrà salva sulla linea e si rifugia in calcio d’angolo. L’Entella accarezza ancora il vantaggio al 21’: Magonara crossa al bacio per Tomi Petrovic, che dall’area piccola devia di testa la sfera tra le braccia di Seri. I liguri non smettono di attaccare e restano in avanti, i biancazzurri soffrono ma resistono. Al 25’ Spina ci prova con un sinistro angolato dal limite dell’area, Seri si allunga e sventa il pericolo; al 30’ Tomi Petrovic da calcio di punizione scavalca la barriera ma non riesce a battere Seri, che devia in corner, il dodicesimo a favore dell’Entella. Il dominio ligure non cessa ed al 44′ Tomi Petrovic spreca l’ennesima occasione, inciampando nel controllare il cross di Spina, e centra Seri da distanza ravvicinata. Guarnieri concede 4’ prima del triplice fischio: il match termina 1-1, con la SPAL graziata dagli interventi di Seri e tanti rimpianti per la Virtus Entella.

Questa l’analisi di mister Cottafava a giochi fatti: “Nel primo tempo si è vista una partita equilibrata. Il nostro intervento inopportuno in area ed il loro passaggio sbagliato hanno portato ai due gol: ci siamo fatti un favore a vicenda. Il secondo tempo è da dimenticare. Non centra più la tecnica o la tattica, siamo crollati fisicamente e mi ha lasciato un po’ perplesso questo atteggiamento di sfiducia e passività che ha permesso ai nostri avversari di collezionare parecchie occasioni: siamo stati bravi a reggere fino alla fine ed a portare a casa un punto, ripartiremo da qui. Quest’incontro negativo lo considero un caso isolato perché nelle prestazioni precedenti ho visto solo prove positive, al di là del risultato finale: è giusto valutare questo match ma non è colpa del risultato, poiché negli scorsi incontri abbiamo perso qualche punto per strada ma sempre giocando buone partite”.

LINK: I risultati della 13^ giornata nel girone B di Primavera 2 e la classifica.

SPAL-VIRTUS ENTELLA 1-1 (p.t. 1-1)

SPAL (4-3-1-2): Seri; Spaltro, Cannistrà, Renato Barbosa, Martina; Vitale (dal 22’ s.t. Ljubic), De Angelis, Artioli; Gabriel Barbosa (dal 33’ s.t. Parolin), Clement (dal 43’ s.t. Ubaldi), Petrovic. A disp.: Balboni, Aguiari, Scarparo, Cantelli, Maranzino, Soverini. All.: Cottafava.
VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Siaulys; Magonara, Vaccarezza, Casagrande, Carullo; Havlena (dal 34’ s.t. Romanengo), De Marco, Onisa (dal 44’ s.t. Gioria); Spina; Semprini (dal 39’ s.t. Traversari), Petrovic. A disp.: Aglietti, Milici, Basso, Guida, Sadek, Murgia, Vallerga, Calori. All.: Sassarini.

ARBITRO: sig. Guarnieri di Empoli; assistenti: Meocci da Siena e Testi da Livorno.
RETI: Petrovic (VE) rig. al 22’ p.t. , Gabriel Barbosa (S) al 31’ p.t..
AMMONITI: Vaccarezza (VE), Romanengo (VE).
NOTE: campo in erba sintetica, cielo sereno. Angoli: 1-15. Recupero: 2’ p.t., 4’ s.t.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0