Dal Credito Sportivo 1,8 milioni per lo stadio. Mattioli: Speriamo di poter fare altri lavori

L’Istituto per il Credito Sportivo ha fornito alla SPAL 1,8 milioni di euro per coprire una parte delle spese sostenute dalla società biancazzurra per l’ammodernamento dello stadio “Paolo Mazza”, avvenuto nel corso dell’estate 2017. Il finanziamento è stato sottoscritto martedì mattina nella sede romana dell’istituto presieduto da Andrea Abodi, ex presidente della Lega di Serie B. Vale la pena ricordare come la spesa complessiva per l’adeguamento dello stadio ammontasse a 4,6 milioni di euro, divisi tra SPAL (2,6) e Comune di Ferrara (2) che è proprietario dell’impianto. Il finanziamento è parte di un’ottica di medio-lungo termine che porterà ad ulteriori interventi nella prossima estate, anche se molto dipenderà dalla permanenza o meno in serie A dei biancazzurri. Così Mattioli: “Spero che questa corsa non sia finita: continuare a lavorare anche prossima estate significherà aver salvato la Serie A, impresa che arriverà a fine stagione. Questo stadio è nel centro città, ma è amato dai tifosi della SPAL: un simbolo di Ferrara. Dobbiamo andare incontro alle esigenze dei tifosi, perché possano seguire la SPAL con le proprie famiglie. L’idea è di investire. Spero che questa collaborazione possa continuare perché il presidente Abodi è una delle persone più preparate a livello nazionale”.

In caso di salvezza, SPAL e Comune dovranno procedere ad attivare un ulteriore progetto di adeguamento per rispettare il regolamento del massimo campionato, che prevede una capienza minima di 16mila posti. All’incontro con Abodi e col commissario Paolo D’Alessio hanno preso parte anche patron Francesco Colombarini e il direttore generale Andrea Gazzoli, che hanno donato ai rappresentanti dell’ICS due maglie personalizzate, oltre ad un esemplare della “storica” realizzata per i 110 anni del club. “Il finanziamento – ha detto D’Alessio – è servito per ristrutturare lo stadio Mazza, così da permettere alla SPAL di affrontare per giocare in Serie A. I miglioramenti sono avvenuti in sintonia tra amministrazione comunale e società. Il nostro istituto si sta spendendo per impianti sportivi nel paese grazie alla spinta del presidente Abodi. Esiste una sua forte ambizione verso il sistema calcistico per farlo diventare importante, attraverso stadi più moderni e confortevoli”. “Grazie ad Abodi e D’Alessio – ha detto Gazzoli – per l’operatività. Apriamo un nuovo finanziamento dopo averne chiuso un altro. Ma stiamo già ragionando al prossimo intervento”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0