Molinaro e Cocchi: Buone sensazioni per il futuro. Spazio all’ex Ferri: E’ sempre bello tornare

Dopo la netta vittoria con Bergamo sono intervenuti in sala stampa anche il vice presidente del Kleb Marco Cocchi, l’ala grande Lorenzo Molinaro e il grande ex Michele Ferri, anche oggi acclamato dal pubblico ferrarese.

MARCO COCCHI
“Questa sera si sono viste cose interessanti, anche dal punto di vista dello spettacolo in campo. Ci aspettavamo magari un avversario di caratura diversa, soprattutto dopo la loro prestazione della settimana scorsa con cui sono riusciti a battere Udine. Sarà certamente un Natale più sereno: se la vera Bondi è questa possiamo guardare al resto della stagione in maniera differente. La partita di oggi è un buon viatico per riportare la nostra gente al palasport”. Poi il numero due del Kleb si sofferma sulla prestazione di Erik Rush: “Erik ha avuto un momento difficile, ma è riuscito a reinserirsi nei meccanismi di squadra. Il lavoro paga e settimana dopo settimana lo vediamo sempre più sul pezzo. Speriamo che questa partita possa costituire sia per lui che per l’intera squadra un nuovo inizio”.

LORENZO MOLINARO
“Ci siamo fatti un bel regalo di Natale, era importante cancellare la sconfitta di Roseto. Penso che abbiamo fornito un ottimo spettacolo soprattutto a livello globale, oggi ha funzionato l’intero collettivo. Certo, dopo una prestazione del genere fa ancora più arrabbiare la sconfitta di una settimana fa sul campo di Roseto, ma siamo stati bravi a voltare subito pagina. Oggi abbiamo tirato con alte percentuali e ciò ci ha sicuramente aiutato. Adesso affrontiamo due partite importanti a Jesi e in casa con Piacenza per provare a restare attaccati al treno playoff, il nostro vero obiettivo. Dipenderà tutto da noi”.

MICHELE FERRI – “Ferrara è una squadra forte, superiore alla nostra, ma oggi non ha trovato ostacoli. Potevamo e dovevamo fare di più, ora dobbiamo cambiare marcia, soprattutto in trasferta. E’ sempre un piacere per me tornare in questo palazzetto, anche se prendo sempre delle imbarcate! Ringrazio i tifosi per gli applausi e il coro finale”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0