Visti dagli altri: Gazzetta parla di rigore generoso, il Corriere dello Sport boccia Pairetto

Mettiamola così: Luca Pairetto non potrà vantare troppi amici a Ferrara e dintorni. Il figlio d’arte (il padre Pierluigi è stato un arbitro internazionale, coinvolto anche in Calciopoli) già aveva fatto imbufalire la SPAL come addetto VAR di Roma-SPAL 3-1, ora ha chiuso un dicembre da incubo (sotto il profilo arbitrale) con l’incredibile rigore assegnato alla Sampdoria in pieno recupero.

Tuttavia ci siamo detti: da addetti ai lavori al seguito della SPAL è comprensibile aver vissuto maggiore emotività il finale della partita di Marassi, addossando gran parte della responsabilità della sconfitta alla decisione del fischietto piemontese. Magari abbiamo trascurato il peso degli errori di Oikonomou prima e Viviani (in dribbling) poi. Per cui abbiamo voluto mettere assieme una rassegna delle “moviole” dei tre principali quotidiani sportivi italiani: Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport-Stadio e Tuttosport. Il quotidiano rosa – pur parlando di “rigore generoso” – è senz’altro il più indulgente nei confronti di Pairetto (e del VAR), mentre il Corriere parla di rigore “inventato”. Più sbrigativo Tuttosport, che liquida l’episodio in un paio di parole.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0