Due amichevoli per riprendere il ritmo: coach Martinelli fiducioso verso la ripresa

Prosegue la preparazione dei granata in vista dell’undicesima giornata di campionato. L’avversario da battere è la Sir Safety Perugia, contro la quale la Krifi giocherà sabato alle ore 21. In vista della trasferta i granata hanno affrontato in due scontri amichevoli la Stadium Pallavolo Mirandola e la Delta Volley Porto Viro. Abbiamo fatto un riassunto della settimana con coach Marco Martinelli.

Dopo gli allenamenti natalizi la Krifi è tornata in campo martedì per un primo allenamento. Il giorno successivo ha ospitato Mirandola, che si è imposta al Palasport per tre set a uno: “Ho scelto di partire con Vanini, Grazzi, Trimurti, Bortolato, Bernard e Smanio per mescolare le carte già in partenzaAbbiamo perso ai vantaggi dopo essere stati avanti per tutto il primo set di cinque o sei punti. Sul finale abbiamo commesso alcuni errori grossolani forzando troppo il gioco. Abbiamo poi recuperato un set, ma non è stato sufficiente per vincere l’amichevole. Ho visto un discreto gioco in battuta, ma abbiamo subito troppo a muro ed in difesa. E’ stato il primo test una volta rientrati dalle vacanze e ci è mancato lo spunto per essere convincenti. Ho comunque fatto giocare tutti i ragazzi, per dare loro modo di rientrare nel clima partita”.

Diverso invece l’esito dell’amichevole contro la Delta Volley Porto Viro, conclusa in parità con un quarto set terminato sul 32-30 per Porto Viro. Questa seconda partita ha rappresentato il banco di prova più importante per valutare la condizione fisica e tecnica dei giocatori: “Giovedì sera ho utilizzato il sestetto che ho schierato titolare nelle ultime partite ufficiali: Bernard e Smanio, Fontana e Bortolato, Vanini e Casaro. Il primo set non mi ha fatto presagire niente di buono: con il gioco a dir poco spumeggiante di Porto Viro ci siamo ritrovati subito sotto di circa otto punti sugli avversari. Abbiamo cominciato a recuperare sul finale, migliorando la nostra qualità di gioco. Nel secondo e nel terzo set siamo riusciti a vincere facendo più attenzione alla fase di cambio palla e risultando più regolari negli scambi: ci sono state maggiore incisività in battuta e maggiore efficacia a muro e difesa. In questo modo gli avversari hanno concesso qualcosa in più a noi. Anche ieri sera ho fatto molti cambi, inserendo Ballerio, Bragatto, Biondi, Grazzi e Trimurti tra il terzo ed il quarto set. Abbiamo perso l’ultimo parziale 32-30, il che dimostra che pur avendo perso alcune occasioni, ne abbiamo anche create molte”.

Le due amichevoli sono risultate utili a stilare un bilancio complessivo della preparazione dei ragazzi, che dovranno tornare in campo pronti a portare a casa una vittoria in trasferta. La Sir Safety Perugia è attualmente decima in classifica con undici punti. Nel primo trimestre del campionato ha rimediato tre vittorie nette contro Pescara 3, Morciano e Terni, risultando invece sconfitta contro le tre attuali big del girone e contro un paio di altre squadre di media classifica: “Ho ricevuto più indicazioni incoraggianti ieri rispetto a mercoledì – conclude il tecnico granata – abbiamo voluto fortemente le due amichevoli per non ritrovarci sabato penalizzati dalla scarsa abitudine al gioco. A Perugia giocheremo contro una squadra che non è particolarmente quotata in classifica, ma che non è assolutamente da sottovalutare. Dovremo concentrarci sul muro per arginare bande ed opposto, rimanendo vigili in difesa. Se resteremo concentrati sul nostro gioco avremo la possibilità di rendere la vita difficile agli avversari. Serviranno un battuta efficace e precisione sul cambio palla”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0