Valori troppo diversi, Costa e Gomis rendono merito alla Lazio: Avversari superiori

La sconfitta contro la Lazio poteva essere messa in preventivo, ma un così passivo pesante probabilmente punisce oltremisura la SPAL. I biancazzurri sono letteralmente crollati di fronte ad una Lazio apparsa davvero incontenibile a tratti. Al termine dell’incontro abbiamo raccolto le impressioni di Filippo Costa e di Alfred Gomis.

FILIPPO COSTA
“Non sono queste le partite in cui dobbiamo fare punti, sicuramente prendere cinque gol non è piacevole, ma se fossimo usciti con dei punti oggi sarebbe stata tanta roba. Va riconosciuto che la Lazio è una grandissima squadra con giocatori molto forti, individualità pazzesche e rinforzi ottimi. Rammarico per la gara di oggi? Non credo, SPAL e Lazio hanno valori molto diversi. Forse l’unico rammarico che possiamo avere è per non essere riusciti a fare il gol del 3-3 nel primo tempo, anche perché poi la rete del 4-2 ci ha in qualche modo tagliato le gambe. Sul piano personale sono felice di essere rientrato in gruppo dopo l’infortunio, anche perché sarebbe potuta andare molto peggio di così. Corsa a quattro per la salvezza? Può essere, ma noi dobbiamo guardare soltanto a noi stessi, anche perché se gli altri come oggi perdono e noi non facciamo punti, non risolviamo niente. Da adesso in poi noi dovremo solo pensare a noi stessi, perché in ottica salvezza, considerando che mancheranno sempre meno partite, ogni punto varrà doppio”.

ALFRED GOMIS
“Di questa sconfitta voglio guardare il lato positivo: abbiamo provato a raddrizzare una partita contro una squadra fortissima, abituata a giocare nella massima serie da tantissimo tempo con giocatori davvero molto forti. Dobbiamo migliorare su tantissime cose: abbiamo preso tre gol praticamente identici e questo non va bene. Per fortuna ora c’è la pausa, ci servirà per ricaricare le pile perché in questo girone di andata abbiamo speso tantissimo e per provare a lavorare sulle cose che ancora non funzionano bene”.

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0