Butelli, penultimo atto: la procura chiede sei anni di reclusione. Sentenza il 29 gennaio

Il processo che vede coinvolto l’ex presidente della Spal 1907 Cesare Butelli è ormai alla stretta finale: nella giornata di giovedì è infatti arrivata la richiesta di pena da parte della pm Isabella Cavallari. La magistrata ha chiesto sei anni di reclusione per Butelli e quattro per l’imprenditore Remo Turra, che aiutò l’allora presidente a costruire il parco fotovoltaico di Casaglia che avrebbe dovuto salvare la Spal dalla bancarotta. Non fu così, visto che la 1907 al termine della stagione 2011-2012 (conclusa con la retrocessione in C2 dopo i playout) rinunciò all’iscrizione, scivolando in seguito verso il fallimento.

I reati contestati riguardano proprio la bancarotta e le false fatturazioni che secondo l’accusa avrebbero portato denaro nelle case di alcune società di Butelli, anziché in quelle della Spal. Né Butelli né Turra erano presenti in aula, come d’altra parte era avvenuto nelle udienze precedenti. I rispettivi avvocati difensori (Francesco Marenghi per Butelli, Claudio Maruzzi per Turra) hanno chiesto l’assoluzione per entrambi, sostenendo che le operazioni commerciali fossero completamente lecite e non ci sia stata alcuna distrazione dalle casse della società. L’udienza del prossimo 29 gennaio riserverà eventuali repliche e la sentenza.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0