Grande successo per l’asta benefica delle maglie storiche: già raccolti oltre duemila euro

Oltre ad essere particolarmente attiva sul mercato, in questi giorni, la SPAL ha centrato un obiettivo di tutto rispetto che trascende i termini sportivi. Come annunciato dalla società, le maglie celebrative realizzate nell’ambito dei festeggiamenti per i 110 anni del club e indossate dai giocatori durante la partita di serie A TIM del 10 dicembre scorso contro l’Hellas Verona sono state messe all’asta a scopo benefico, a favore di cinque Onlus che operano sul territorio ferrarese. Collegandosi al sito www.unazioneperunsorriso.it oppure direttamente dalla piattaforma eBay, i sostenitori biancazzurri hanno potuto assicurarsi, per questa settimana, le maglie di Oikonomou, Pa Konate, Rizzo, Meret, Viviani, Floccari e Antenucci.

A beneficiare dell’operazione saranno la Fondazione ADO, che assiste pazienti oncologici a domicilio, Dalla Terra Alla Luna (a favore delle famiglie con bambini malati di autismo), ANDOS comitato di Ferrara, che sostiene le donne operate al seno, Associazione Giulia (a favore di bambini oncologici) e Nati Prima (a supporto delle famiglie con neonati prematuri).
Che sia stato un vero e proprio successo lo dicono i numeri: ad esempio le divise di Pa Konate e Meret sono state battute rispettivamente a 253 e 278 euro. Per loro un minutaggio in campionato fermo a zero, ma evidentemente una grande breccia nel cuore dei tifosi. Anche due freschi ex-biancazzurri, ormai lontani dal castello estense, sono state alquanto ambite: la 2 di Oikonomou, ora a Bari, e la 11 di Rizzo, neo-atalantino, sono state aggiudicate ai migliori offerenti per 243 e 300,55 euro. Cifre importanti sono state sborsate anche per assicurarsi la maglia di Viviani: la 77 del regista, venduta a 302 euro, si è rivelata inoltre la maglia col maggior numero di offerenti: ben 99. E per finire i cannonieri Floccari e Antenucci, che hanno fatto la parte dei bomber anche fuori dal campo: la divisa del boia calabrese è stata battuta a 421 euro, mentre quella del lupo di Roccavivara ha raggiunto la vertiginosa cifra di 525 euro.

Ma i 2.322 euro totali raccolti nella prima settimana di asta rappresentano una cifra, seppur ragguardevole, soltanto parziale. Chi non avesse avuto occasione di partecipare avrà infatti modo di recuperare: l’operazione ha una durata complessiva di 4 settimane e saranno pertanto disponibili 7 divise alla settimana, fino a completamento della rosa di 28 giocatori.
La seconda asta è già in corso: si possono fare offerte per le maglie di Borriello, Salamon, Costa, Mattiello, Gomis, Bonazzoli, Della Giovanna.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0