Under 17, la sveglia suona tardi. Il Bologna vince un derby combattuto ma poco spettacolare

Il derby col Bologna riserva la seconda sconfitta consecutiva ai ragazzi dell’Under-17: la sveglia per i biancazzurri è suonata troppo tardi, quando il Bologna aveva già accumulato due gol di vantaggio e non c’era più tempo per tentare una rimonta. In una partita non troppo frizzante e con poche occasioni da gol, il risultato più giusto sarebbe stato un pareggio, ma il Bologna si è dimostrato mentalmente più solido nel concretizzare le occasioni avute mentre la SPAL non è riuscita a sopperire a una giornata no degli attaccanti e ad un paio di errori di troppo in difesa.

I biancazzurri si vedono costretti a rinunciare a Seck, KO causa influenza, mentre a centrocampo torna Mattia Mazzoni. In porta fa il suo esordio Mattia Fallani, arrivato a gennaio dalla Fiorentina e che da qui in avanti contenderà la maglia numero uno a Campi. Il primo tempo è poco spettacolare con le squadre che mettono in campo grande grinta agonistica, battendosi a viso aperto e senza esclusione di colpi. La SPAL prova a pungere gli avversari sfruttando le corsie, quella di destra in particolare, mentre il Bologna giova delle ottime capacità di dialogo tra Rabbi e Rosso che si scambiano continuamente posizione in attacco cercando di creare scompiglio nella retroguardia spallina, facendo saltare le marcature dei difensori. Dopo appena due giri di orologio Coulange, ultimo uomo  pressato da Rabbi a metà campo, decide di passarla indietro al portiere: il retropassaggio è debole e corto e prima di arrivare a Fallani viene intercettato dal centravanti bolognese che, preso il controllo della sfera, inizia a correre palla al piede verso l’estremo difensore biancazzurro. A tu per tu col portiere in uscita il numero dieci rossoblù calcia verso la porta, ma non riesce a imprimere al tiro la forza necessaria. La palla viene allontanata sulla riga da Valesani che, grazie alla sua velocità nel ripiegare e con l’aiuto del palo, salva la situazione. È l’unica occasione con cui il Bologna nel primo tempo spaventa Fallani. La SPAL dal canto suo non fa meglio. Al 15’ accarezza il vantaggio con un tiro da fuori area di Alessio che va di poco alto sopra la traversa, ma per il resto non impensierisce oltremodo Fantoni se non qualche cross dalle fasce. Al 21’ l’occasione che cambia la partita. Allegretto abbatte in area Rabbi che si stava inserendo dalla destra palla al piede. Rigore netto e poco da discutere. Dal dischetto il difensore centrale Portanova la mette forte, alta e angolata. La reazione dei biancazzurri sta solo in un tiro di Beu pochi minuti dopo che però è centrale e non crea a Fantoni più problemi del necessario.

Il secondo tempo inizia seguendo lo stesso copione del primo. Il Bologna ci prova due volte nel giro di pochi minuti, prima da dentro l’area con Rocchi e poi da lontano con Pilastro, in entrambi i casi è attento Fallani a controllare due tiri non eccessivamente impegnativi.Per il resto si continua a giocare soprattutto a centrocampo, con il signor Bordin costretto a mettere il fischietto alla bocca tante volte e con il gioco che continua a non decollare. In questa situazione di stallo una disattenzione della retroguardia ferrarese porta al raddoppio del Bologna. Al 23’ minuto su un cambio di gioco da sinistra la difesa spallina slitta male e non spazza il pallone lasciando che Rabbi riceva la sfera al limite dell’area. Due passi in avanti per l’attaccante petroniano e tiro a incrociare sul secondo palo. Nulla da fare per Fallani, con la palla che entra accarezzando il palo. Perinelli a questo punto prova a dare la scossa inserendo Marzocchi e di fatti indovina la sostituzione perché l’esterno fa cambiare passo alla sua squadra. Alla mezz’ora il neo-entrato percorre tutta la corsia di sinistra portandosi a spasso il centrocampo bolognese: nasce un’azione che coinvolge Minaj, Cuellar e infine Alessio arrivato di gran carriera sul fronte opposto. Il suo tiro fulmina Fantoni, dimezzando lo svantaggio. Per il giocatore si tratta del primo gol stagionale. Gli ultimi minuti di partita diventano vivaci, con la SPAL che si butta in avanti (Biolcati va a fare la seconda punta) ma il Bologna, nonostante la stanchezza, riesce a difendersi con ordine. Al 37’, a centrocampo, Rabbi prende il tempo a Coulange e prova a partire in contropiede. Il difensore spallino deve commettere fallo da dietro con un intervento che non è da chiara occasione da rete, ma costa il secondo giallo al giocatore che lascia dunque la sua squadra in dieci per il finale. Negli ultimi 180 secondi la SPAL ci prova buttando più volte il pallone in mezzo all’area, il Bologna però è solido e ordinato. I tre fischi finali arrivano dopo un corner di Cuellar con la palla che esce di poco alla destra del portiere. Finisce 2-1 per il Bologna.

Di poche parole e piuttosto deluso mister Perinelli nel post-partita: “C’è poco da commentare. È difficile ed antipatico ormai dover commentare sempre partite del genere. Oggi abbiamo pagato errori individuali, come il retropassaggio di Coulange o il fallo da rigore di Allegretto, su cui secondo me poteva tranquillamente accompagnare l’avversario senza dover commettere fallo. Davanti, inoltre, in questo periodo facciamo una fatica mostruosa. Mi dispiace per i ragazzi perché gli servirebbe una vittoria per il morale. Loro si impegnano e avrebbero bisogno di vedere i frutti del proprio lavoro. Arriviamo sempre lì e ci manca sempre qualcosa. Così diventa anche difficile anche per noi motivare i ragazzi che avrebbero bisogno di un risultato positivo”.

LINK: I risultati della 15^ giornata nel girone B e la classifica.

SPAL – Bologna 1-2 (p.t. 0-1)

SPAL (4-3-3): Fallani; Valesani, Coulange, Allegretto, Biolcati; Mazzoni M. (dal 15’ s.t. Marzocchi), Sare, Beu; Alessio, Minaj, Cuellar. A disp: Campi, Artioli, Marzio, Ardelean. All. Perinelli.
Bologna (4-3-3): Fantoni; Mazia (dal 5’ s.t. Barnabà), Castaldi, Portanova, Montebugnoli; Santoro, Beltrame, Pilastro; Rosso, Rabbi, Rocchi (dal 22’ s.t. Bertollo). A disp: Pequini, Djwomo, Mele, Capitanio, Benincasa, Casciola, Celentano. All. Magnani.

Arbitro: Sig. Bordin di Bassano del Grappa (ass.ti Pasquali e Principato).
RETI: 21’ p.t. rig. Portanova (B), 23’ s.t. Rabbi (B), 29’ s.t. Alessio (S).
Ammoniti: Coulange (S), Valesani (S), Pilastro (B).
Espulsi: 37’ s.t. Coulange (S) per somma di ammonizioni.
Note: giornata soleggiata, campo sintetico. Angoli 3-3. Recuperi 0’ p.t., 4’ s.t.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0