Visti da fuori: Cagliari stoico a Crotone, domenica torneranno Barella, Joao Pedro e Pavoletti

Come si presenta il Cagliari dopo lo scontro-salvezza contro il Crotone? La squadra di Diego Lopez ha portato a casa un prezioso pareggio per 1-1, rimontando una partita tutta in salita a causa dell’espulsione di Pisacane avvenuta allo scadere del primo tempo. Con 21 punti, i sardi rimangono a quattro di distanza dalla SPAL.

LA FORMAZIONE
Era sicuramente un Cagliari fortemente rimaneggiato quello visto all’Ezio Scida di Crotone. A causa degli squalificati Barella, Joao Pedro e Pavoletti e degli indisponibili Van der Wiel e Miangue, il tecnico uruguaiano ha dovuto adattare un po’ il suo tradizionale 352. In porta l’inamovibile Cragno (almeno fino al subentro di Rafael al 43′ dopo uno scontro con Sampirisi), dietro il redivivo Castan (prima presenza dopo l’arrivo dalla Roma) accanto al rodato duo Ceppitelli-Pisacane. Nei cinque di centrocampo hanno agito Faragò, Dessena, Cigarini, Ionita e Padoin. L’attacco – orfano di Pavoletti e Joao Pedro – ha fatto affidamento sull’insolita coppia Farias-Giannetti. Fuori per scelta tecnica sia Romagna sia Sau.

LA PRESTAZIONE
Quella di domenica non è stata sicuramente una partita da ricordare per la qualità del gioco espresso, complici anche le assenze di diversi elementi di spicco e il rosso a Pisacane con ancora un tempo da giocare. Per gran parte del primo tempo entrambe le squadre hanno provato a tenere dei ritmi elevati, cercando di ferire gli avversari con continui capovolgimenti di fronte. Con l’espulsione di Pisacane, il Cagliari si è ritrovato a dover arginare una continua offensiva avversaria, cosa che comunque per diversi momenti era già accaduta durante la prima parte di gara. E’ da premiare tuttavia lo spirito di sacrificio di tutto il reparto difensivo, dimostratosi abile nel chiudere gli spazi nonostante l’handicap numerico. A venire meno è sicuramente il tandem d’attacco, incapace di dare preoccupazioni alla difesa avversaria anche a causa delle pochissime palle giocabili.

LA CHIAVE DELLA PARTITA
Le assenze dei giocatori di maggior qualità hanno sicuramente pesato sulla prestazione, ma anche i titolari presenti in campo hanno fatto fatica a far funzionare i soliti meccanismi di gioco. Come di consueto, in mancanza di una trama di gioco ben precisa, la soluzione più ricercata è stata quella dei lanci lunghi. Veramente esigui però sono stati i risultati prodotti, poiché anche gli inserimenti dei centrocampisti hanno dato ben pochi pensieri agli avversari. A riportare a galla il Cagliari, ci ha pensato Cigarini su palla inattiva allo scadere del primo tempo: il centrocampista ex Sampdoria ha firmato il primo gol stagionale, rispolverando un pezzo un po’ impolverato del suo repertorio.

CHI TENERE D’OCCHIO
La cattiva notizia per la SPAL sta senz’altro nei rientri di Barella, Joao Pedro e Pavoletti: basti pensare che solo questi tre giocatori hanno fatto 13 dei 20 gol stagionali del Cagliari. Il brasiliano è certamente il giocatore più imprevedibile alla corte di Diego Lopez, grazie soprattutto alla sua rapidità e alla sua visione della porta sia da dentro che da fuori area. Ne diede prova al “Paolo Mazza” nella partita d’andata, segnando lo 0-2 con un’azione personale straordinaria. Il centravanti ex Napoli e Genoa sta invece rendendo un pochino sotto le aspettative, ma non ha certo dimenticato come fare gol: particolarmente temibile sui palloni alti, è anche il principale destinatario dei lanci lunghi delle retrovie grazie anche alla sua capacità di appoggio a beneficio dei compagni. Sono invece da valutare le condizioni di due giocatori estremamente interessanti come Cragno e Faragò: il giovane portiere è reduce da un duro scontro di gioco (nel caso sarebbe pronto Rafael, ex Hellas); mentre il centrocampista (2 gol in stagione) è reduce da un intervento chirurgico al setto nasale. Mancherà invece Pisacane, pilastro della difesa, che verrà fermato dal giudice sportivo. Al suo posto verrà schierato Romagna.

L’ANDAMENTO RECENTE (1V, 1N, 3P)
Cagliari-Fiorentina 0-1
Atalanta-Cagliari 1-2 (Pavoletti, Padoin)
Cagliari-Juventus 0-1
Cagliari-Milan 1-2 (Barella)
Crotone-Cagliari 1-1 (Cigarini)

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0