Bonifazi rimane al Torino, la SPAL vira su Simic: il centrale può arrivare dalla Samp (via Empoli)

La SPAL si aspettava di portare a casa un difensore “under” nelle battute finali del calciomercato e sembra averlo trovato in Lorenco Simic, croato classe 1996 della Sampdoria. Rassegnato all’idea di dover lasciare Bonifazi al Torino, il ds Vagnati si è orientato sull’Under 21 croato attualmente in prestito all’Empoli. L’operazione dovrebbe prevedere un prestito con diritto di riscatto e contro-riscatto da parte del club blucerchiato.

Nato a Spalato il 15 luglio 1996, ha esordito tra i professionisti tra le fila della squadra della propria città, l’Hajduk, dopo tutta la trafila nelle giovanili. È nel giro dell’Under 21, con la quale ha già segnato una rete. Esattamente un anno fa veniva prelevato dalla Sampdoria, che lo ha girato in prestito all’Empoli all’inizio di questa stagione. Vista la struttura fisica imponente (è alto 195 centimetri) fa del gioco aereo e della potenza le sue doti principali: non a caso nello scorcio di stagione empolese ha messo a segno 3 gol in 15 apparizioni. Nonostante la mole è dotato di buona tecnica. Nemmeno la personalità gli fa difetto e questo – assicurano i ben informati – a volte gli procura qualche grattacapo a causa di un eccesso di sicurezza.
A Empoli sia con Vivarini sia con Andreazzoli è stato un elemento importante, sempre schierato da titolare nel 352 di partenza. Con il passaggio alla difesa a quattro la sua importanza nelle gerarchie è diminuita: nei match con Ternana e Bari è rimasto in panchina per tutti e novanta i minuti.

Il suo arrivo potrebbe coincidere con la partenza di Michele Cremonesi. Il difensore (in scadenza a giugno) è richiesto in serie B, con la Virtus Entella che appare come la pretendente più decisa.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0