Simic subito pronto a dare un contributo: Mi sento bene, spero di poter aiutare la squadra

Lorenco (con la C che si pronuncia come una Z) Simic avrà un compito abbastanza ingrato da qui ai prossimi cinque mesi. Convincere il pubblico ferrarese a non pronunciare le fatidiche parole: “Lo dicevo che sarebbe stato meglio prendere Bonifazi…”. I due non possono partire alla pari nei cuori dei tifosi biancazzurri, ma lo possono fare sotto il profilo delle presenze in serie A. Zero per entrambi. E anche dal punto di vista fisico il giovane croato (classe 1996) non ha alcunché da invidiare al collega del Torino visto che è più alto di 8 centimetri (195 contro 187). Per il resto si tratta di un giocatore tutto da scoprire, che finora ha nel curriculum un campionato nella massima serie croata e metà stagione in serie B all’Empoli. Davide Vagnati, in sede di presentazione, si è detto fiducioso in merito al potenziale di Simic: “Conosce già le basi della difesa a tre e ha un fisico che non ha bisogno di presentazioni. Siamo contenti che abbia accolto questa opportunità con grande entusiasmo. Ci tengo a ringraziare la dirigenza della Sampdoria per aver fatto in modo che l’operazione andasse in porto. Inizialmente avevamo discusso della possibilità di impostare un prestito a lungo termine (di un anno e mezzo) con riscatti e contro-riscatti, ma il tempo a disposizione non ce l’ha permesso. Per cui ci siamo detti di valutare assieme il percorso da fare in futuro. Per ora Lorenco arriva in prestito secco per cinque mesi, poi a luglio valuteremo se ci sarà il piacere di continuare da parte di tutti”.

Ancora alle prese con l’apprendimento della lingua italiana (è arrivato dalla Croazia esattamente un anno fa), Simic ha esordito con un “ciao a tutti”, per poi proseguire in italiano, assistito dall’addetto stampa della SPAL: “Sono contento di essere qui e poter lavorare con questo gruppo. Ho seguito la SPAL in questo periodo ed è chiaro che c’è differenza di livello tra serie A e serie B. Finora ho parlato un po’ col mister, presentandomi. Mi ha accolto bene. Non abbiamo ancora parlato di questioni tattiche, ma sono un centrale che predilige la difesa a tre, sia a destra sia al centro. Ma se il mister mi chiederà di posizionarmi a sinistra saprò adattarmi. Fisicamente sto bene e non avrei problemi a giocare fin da subito nel caso ce ne fosse bisogno. Prima di arrivare ho parlato un po’ con Castagnetti. E’ un bravo ragazzo e mi ha detto grandi cose della SPAL”.
Simic peraltro arriva con buone referenze dalla Croazia. Uno dei suoi ex allenatori è stato Igor Tudor, giocatore della Juventus dal 1998 al 2005: “Per me è stato un grande esempio, penso di assomigliarli un po’, soprattutto nel carattere (sorride). Chiaramente spero di poter migliorare stando qui e dare il mio contributo per il miglioramento della squadra. Se poi questo succederà con dei gol (ne ha segnati 3 in 15 presenze a Empoli) tanto meglio. Ma non credo di essere l’unico giocatore bravo nel gioco aereo nella rosa”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0