E’ Cortese l’uomo partita. Da Hall la leadership nei momenti chiave. Panni è un cecchino

La Bondi dopo Mantova e Ravenna schianta anche Udine e rilancia in maniera concreta le sue ambizioni play-off. Oltre al solito Cortese da antologia, Hall, Panni e Moreno hanno regalato una piacevolissima serata ad un Palasport di Ferrara finalmente gremito come un tempo.

Rush 6 – Meno esuberante delle ultime uscite, sembra quasi intimorito dai muscoli dei giocatori di Udine. Finisce a referto con 8 punti (2/2 nel pitturato e 1/3 da fuori), 4 rimbalzi e 3 assist, ma nel concitato finale non è tra i protagonisti perché Bonacina lo relega in panchina.

Hall 8 – Anche un gran rimbalzista come lui fatica contro i chili e i centimetri di Diop, Mortellaro e Pellegrino. Nei primi 20′ in attacco non entra mai in ritmo, poi alza un po’ le sue percentuali anche grazie ad un canestro incredibile dall’angolo a fil di sirena. E alla fine chiude con l’ennesima doppia-doppia stagionale (11 punti ed altrettanti rimbalzi). Ma anche ne non segna con regolarità è l’atteggiamento positivo che ha da un paio di partite a questa parte a fare la differenza: difende, aiuta e mette i compagni nella condizione di essere decisivi.

Fantoni 6,5 – Sempre a suo agio ad attaccare come tagliante con il pick and roll, sei punti nei primi 20′, conditi da 4 rimbalzi. Peccato per il terzo fallo speso troppo presto, complice però una simulazione di La Torre. Torna sul parquet quando mancano 6’40” alla sirena finale, durante i quali non sfigura e segna ancora dalla lunetta. Come al solito il suo contributo lo dà: 9 punti e 5 rimbalzi.

Donadoni 6 – Poco più di 100″ in campo, durante i quali prende un rimbalzo in una situazione di tiro libero.

Molinaro 6,5 – Pare un pesce fuor d’aqua nel primo tempo. Poi inizia in quintetto il secondo – Fantoni out con 3 falli sul groppone – e dimostra di poter star in campo alla grande quando la partita prende una piega molto più agonistica: quattro punti nel terzo quarto di energia pura. E’ un lottatore, chiude con 6 punti e 3 rimbalzi.

Cortese 8,5 – Nel primo quarto è perfetto: 3/3 da dentro l’area e 1/1 da dietro la linea dei 6,75 per dieci punti. Nei secondi 10′ ne mette a referto altri 3, fondamentali per tenere la Bondi avanti all’intervallo. E al rientro dagli spogliatoio continua il suo show personale: flirta ancora una volta con il “trentello” (28 con 4/5 da due e 4/8 da tre), però a questo giro aggiunge 7 rimbalzi che contribuiscono al 36 di valutazione finale.

Panni 7 – Due triple importanti, una per quarto nel primo tempo. Stessa solfa dopo l’intervallo lungo. Chiude con 5/8 dal campo, tirando solo da 3, per 15 punti in quasi 20′ di utilizzo. Affidabile.

Moreno 7,5 – Rischia di scivolare pian piano fuori partita per le troppe palle perse nel secondo quarto (4!) ma non si scoraggia e trova il fondo della retina dalla lunga distanza. Nel secondo tempo ha meno la palla in mano e questo gli permette di attaccare con efficacia il canestro avversario. Sembra un altro giocatore perché la sua tenuta mentale è invidiabile. Sfiora la doppia-doppia: 15 punti e 9 assist, mezzo punto in meno per i 6 palloni persi.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0