La Lega fissa le date dei recuperi. Cambia il calendario della SPAL, con l’Atalanta sabato 7 aprile

E’ arrivata in mattinata l’ufficializzazione della Lega di Serie A sulle date dei recuperi delle gare dell’8° turno di campionato rinviate domenica 4 marzo in seguito alla prematura ed improvvisa scomparsa del capitano della Fiorentina Davide Astori. Con un comunicato, il commissario straordinario Giovanni Malagò ha fissato Atalanta-Sampdoria, Genoa-Cagliari e Udinese-Fiorentina per martedì 3 aprile alle 18,30. Il giorno seguente, mercoledì 4, si disputeranno Benevento-Hellas Verona (alle 17), Chievo Verona-Sassuolo e Torino-Crotone alle 18.30. Ancora da definire il posizionamento in calendario del derby di Milano tra Milan e Inter.

La notizia riguarda da vicino anche la SPAL, che non ha partite da recuperare, ma che andrà ad affrontare l’Atalanta sabato 7 aprile alle 18 in uno degli anticipi della 12° giornata di A. Originariamente l’impegno contro i bergamaschi era fissato per venerdì 6 aprile alle 20,45, ma la vicinanza di Atalanta-Sampdoria (3 aprile alle 18,30) ha fatto slittare il match del “Mazza” di circa 24 ore, consentendo così alla squadra allenata da Gasperini di godere di un giorno in più di riposo.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0