Roda disegna un arcobaleno sotto la pioggia: la U15 ha la meglio su un tenace Cesena

Piove senza sosta al centro “G.B. Fabbri” di via Copparo, splende invece la SPAL Under 15. Dopo la sosta ricomincia col botto il cammino in campionato dei ragazzi biancazzurri, autori di una grandissima vittoria per 3-2 arrivata contro un Cesena tenace, sempre in partita e forse vincitore ai punti per occasioni create. Alla fine però contano i gol, e quello decisivo porta la firma dello spallino Roda, fantastico a disegnare una punizione col mancino che consegna tre punti fondamentali.

L’inizio della sfida sorride subito ai padroni di casa, bravissimi a raggiungere il vantaggio dopo quattro minuti su una palla inattiva: l’angolo di Salvemini trova il colpo di testa del centrale Stefano, imperioso nello staccare ed indirizzare il pallone alla sinistra del portiere romagnolo. E’ la prima rete in stagione del difensore, che non poteva scegliere momento migliore per scrivere il suo nome nel tabellino dei marcatori. La reazione tempestiva con Selleri (girata dentro l’area al 7’ fuori di poco) fa capire che il Cesena ha basi solide per rimettersi senza problemi in partita. Gli ospiti, colpiti a freddo, provano a riprendere il controllo della partita, spingendo soprattutto dalla fascia sinistra grazie alla pressione costante di Biondelli. E’ proprio quest’ultimo a rimettere in gioco i suoi, quando al minuto sedici scappa via sulla corsia mancina, entra in area e con un destro secco fulmina l’incolpevole Mingozzi sul secondo palo. Un gran gol che certifica la bravura dei romagnoli nel rimanere tranquilli nonostante lo svantaggio iniziale. Al 22’ è ancora Cesena, con gli spallini che soffrono il palleggio veloce e vedono arrivare con troppa facilità gli avversari nella propria area: la combinazione Biondelli-Selleri porta alla girata di quest’ultimo, ma Mingozzi blocca sicuro. La partita sembra ora a senso unico, solo che la SPAL oggi veste i panni dell’assassino professionista, quello che alla prima occasione buona colpisce senza pietà. Al 25’ Pilotto lavora un gran pallone sull’out di sinistra, riesce a girarla per Salvemini che al limite dell’area ha poi il tempo di prendere la mira, calciare e far secco l’estremo difensore bianconero, cacciando indietro il Cesena e le sue ambizioni. Gli ultimi minuti del primo tempo rimangono comunque vivaci, con i bianconeri sempre pericolosi quando spingono e la SPAL che continua a fare la sua partita di attesa e ripartenza, una tattica che riesce a farle chiudere il primo round in vantaggio con discreto merito.

Nella ripresa, aiutati dalle forze fresche dei subentrati Fiori e Migani, i romagnoli continuano ad esibire un atteggiamento aggressivo, arrivando spesso dalle parti di Mingozzi senza però fare davvero male. Tutto scorre tranquillo fino al 9’, quando Biondelli, lanciato a rete, cade in area dopo un contrasto con Basile. Per l’arbitro non ci sono dubbi: è calcio di rigore, anche se lo spallino sembra difendere in maniera regolare, opponendo la spalla contro quella del suo avversario che si lascia inevitabilmente cadere. Dal dischetto Mingozzi riesce a toccare il tiro di Casadei ma non a respingerlo e il Cesena ristabilisce la parità per la seconda volta. Dopo il rigore la sfida inizia a farsi più agguerrita dal punto di vista fisico, con il direttore di gara chiamato a sedare gli animi soprattutto dei ferraresi, demoralizzati per un pareggio che non vogliono accettare. I tiri da fuori sono i protagonisti fino al 30’, ma né Giordano e Gurini per il Cesena, né Pilotto e Diagnè per la SPAL riescono a gonfiare la rete. Per vedere il tiro da fuori migliore bisogna aspettare il 31’, quando la punizione a giro di Roda si infila alla perfezione sotto la traversa facendo esplodere di gioia tutta la SPAL. È un vantaggio clamoroso, colto ancora una volta con caparbietà dai ragazzi di Barella che per l’ennesima volta non sprecano le ghiotte occasioni che gli si presentano. Il Cesena prova a spingere in maniera disperata alla ricerca del terzo pareggio di giornata, la SPAL si difende con le unghie e con i denti e riesce a reggere fino al triplice fischio, quando può liberare la felicità correndo sotto gli spalti ad esultare insieme al proprio pubblico.

A fine partita è visibilmente soddisfatto il vice-allenatore Crivellaro, contento della grande prestazione dei suoi ragazzi: “La partita di oggi rispecchia ampiamente il periodo che stiamo attraversando. Siamo in un momento di forma ottimale e per fortuna la pausa non è stata deleteria. Siamo stati esteticamente meno belli del solito, ma di contro siamo stati incisivi, compatti e abbiamo retto fino alla fine, portando a casa una partita vinta con il cuore ed in maniera meritata. Contro una squadra come il Cesena, collaudata e velocissima sugli esterni, non era facile rimanere sempre in gioco e ritornare sempre davanti nonostante i gol subiti. Sono stati tutti fantastici oggi, prima ci siamo guardati negli spogliatoi e ci siamo fatti i complimenti per aver portato a casa una partita con la P maisucola, dove la partecipazione di ogni singolo si è rivelata fondamentale. Probabilmente tre mesi fa questa partita l’avremmo persa, questo ci fa capire quanto abbiamo lavorato bene per cambiare la nostra condizione. L’allenamento quotidiano sta dando i sui frutti e dopo un inizio altalenante ci troviamo in primavera ad affrontare gli ultimi due mesi con i giocatori nelle loro migliori condizioni. Mi aspetto che la squadra continui la sua crescita sotto il profilo della personalità, della continuità, che vada a mantenere questo stato di forma, soprattutto fisico, per riuscire a giocare le prossime partite come abbiamo giocato quella di oggi”.

LINK: I risultati della 21^ giornata nel girone B e la classifica.

SPAL-CESENA 3–2 (pt 2-1)

SPAL (4-3-3): Mingozzi, Basile, Cavallari, Stefano, Faggi, Roda, Castelli (dal 1’ s.t. Zannoni), Salvemini (dal 15’ s.t. Rimondi), Pilotto (dal 37’ s.t. Vespa) , Diagne (dal 28’ s.t. Colace), Forapani. A disp. Pezzolato, Maneo, Marzio, Magnanini, Pederzani. All. Matteo Barella

CESENA (3-4-3): Magnani, Mari (dal 23’ s.t. A. Pietrelli), Turicchia, Zaghini, Ferretti (dal 1’ s.t. Fiori), Obaretin, P. Pietrelli (dal 1’ s.t Migani), Casadei (al 23’ s.t. Angelini) , Selleri, Carlini (dal 17’ s.t. Gurini), Biondelli (dal 18’ s.t Giordano). A disp. Falsettini, Crispino, Guidi. All. Christian Lantignotti

ARBITRO: Sign. Alfio Cappello di Finale Emilia  ASS.TI: Navari-Silvestri
MARCATORI: al 4’ p.t. Stefano (S) al 16’ p.t. Biondelli (C) al 24’ p.t. Salvemini (S) al 10’ s.t. Casadei su rigore (C) al 31’ s.t. Roda (S).
AMMONITI: Salvemini (S) Fiori (C) Pilotto (S)

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0