I cori contro Doveri costano cari: SPAL multata di duemila euro. La situazione disciplinare

L’arbitro Doveri di Roma non verrà ricordato con favore dai tifosi della SPAL, visto che i cori al suo indirizzo nel finale della partita di Reggio Emilia sono costati alla società una multa di duemila euro decisa dal giudice sportivo Gerardo Mastrandrea. La motivazione: “per avere suoi sostenitori, al 48° del secondo tempo, ripetutamente intonato cori insultanti nei confronti del Direttore di gara; infrazione rilevata dai collaboratori della Procura federale“.

A fare le spese delle proteste nei confronti di Doveri c’è anche il preparatore atletico Yuri Fabbrizzi, sanzionato con una semplice ammonizione dopo l’allontanamento della panchina: “2013): per avere, al 15° del secondo tempo, contestato platealmente una decisione arbitrale; infrazione rilevata da un Assistente“.

Per il resto il quadro disciplinare dei biancazzurri rimane sostanzialmente invariato: le ammonizioni inflitte a Cionek, Lazzari e Grassi hanno portato tutti e tre i giocatori al secondo cartellino giallo nel proprio conto, ancora lontani dalla zona-diffida. Lì rimangono Kurtic e Salamon come da un po’ di tempo a questa parte.

4 ammonizioni (in diffida) Kurtic, Salamon
3 ammonizioni Schiavon, Viviani*
2 ammonizioni Costa, Paloschi, Cionek, Lazzari, Grassi
1 ammonizioni Borriello*, Vaisanen, Simic, Vicari, Felipe*, Mattiello, Antenucci
(con l’asterisco sono contrassegnati i giocatori che hanno già scontato un turno di squalifica per somma di ammonizioni)

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0