Il Cesena colpisce a freddo, la SPAL risponde e sorpassa: U17 vittoriosa in rimonta

Bella vittoria dell’Under 17 che, se si esclude un’Atalanta proibitiva per chiunque, conferma di attraversare un buon momento, sia a livello di gioco che di risultati. Contro un Cesena d’alta classifica, reduce da dodici punti raccolti nelle ultime cinque, la squadra di Perinelli ha ribaltato l’iniziale svantaggio, dovuto ad un rigore concesso al primo minuto, finendo per aggiudicarsi una gara che l’ha vista avere le occasioni migliori.
Dopo un primo tempo equilibrato, una zampata del solito Cuellar ha deciso una partita che la squadra di casa ha interpretato con maggior grinta e voglia di vincere, sprecando diverse chance per rendere il divario di punteggio più ampio.

Nell’undici che scende in campo dal primo minuto saltano subito all’occhio i nomi di Coulange e Cuellar, entrambi titolari nel match della Viareggio Cup di giovedì contro la Lucchese (novanta minuti per il difensore, soltanto un tempo per l’ex Barcellona). Ad affiancare il francese al centro della retroguardia l’immancabile capitan Valesani, Biolcati e Marzocchi sulle corsie, Tagliaferri, alla prima da titolare, in cabina di regia con Sare ed Alessio mezz’ali, tridente d’attacco Seck, Minaj e, appunto, Cuellar. 4-4-2 a rombo per mister Ceccarelli, con Farinelli a ricoprire il delicato ruolo di trequartista.
Pronti via e neanche il tempo di accomodarsi sugli spalti che il Cesena mette in discesa la propria partita grazie alla rete su rigore del proprio capitano Pari. Il fallo costato il penalty lo commette Marzocchi che tocca le gambe di Sami mentre si stava inserendo in area sulla sinistra. Perfetta l’esecuzione dagli undici metri, con il cronometro che segna poco più di un minuto. Il Cesena approfitta del momento e prova subito ad allungare, prima con un tiro dalla distanza di Sami che termina sul fondo, poi con una punizione dal limite dell’area di Farinelli che sfiora l’incrocio dei pali. Sono anche le uniche azioni dei romagnoli nei primi quaranta minuti.
La SPAL inizia a carburare e rientra in partita, divorandosi due gol a pochi passi dal portiere. All’undicesimo Seck aggancia in area un pallone proveniente dalla sinistra; prima lo amministra con un ottimo controllo poi, impossibilitato a passarlo, dribbla i due centrali bianconeri ma, al momento decisivo, al limite dell’area piccola, il suo tiro centra in pieno il portiere. Due minuti dopo Cuellar non ha sorte migliore. Tutto nasce con Minaj, lesto a soffiare il pallone ad Alboni sulla sinistra, che crossa rasoterra verso Cuellar, posizionato al limite dell’area piccola, ma il tiro del numero dieci colpisce il muro di difensori. Seck si avventa sul rimpallo, ma non riesce ad agganciare la sfera per una frazione di secondo, vanificando così l’azione. Da questo momento non ci sono altre occasioni da segnalare, con il Cesena che gestisce il possesso senza però rendersi pericoloso mentre la SPAL prova a sfruttare le ripartenze. Quella vincente arriva all’ultimo secondo: cross dalla sinistra di Alessio e tiro –due passi dentro l’area- di Sare che va a incastrarsi nell’angolino. Neppure il tempo di ripartire. Squadre che vanno a riposo sull’1-1.

Il secondo tempo inizia con una SPAL più aggressiva. Al secondo minuto uno-due tra Minaj e Cuellar al limite dell’area e tiro a giro di quest’ultimo che va a insaccarsi sul secondo palo. Ma il guardalinee alza la bandierina, annullando la rete del vantaggio spallino. Al nono sfiora la doppietta personale Sare; azione personale e tiro da fuori area con Santopolo che si allunga e devia in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo Minaj costringe ancora una volta il numero uno bianconero a salvare, questa volta alzando sopra la traversa. La terza occasione è quella buona. Palla che finisce sui piedi di Cuellar che, dalla sinistra, lascia partire un diagonale letale per Santopolo. Vantaggio meritato per i padroni di casa. Il Cesena non si lascia abbattere e prova a reagire. Subito al 14’ i romagnoli hanno un’occasione d’oro per pareggiare, con la SPAL che è piazzata male. Sami s’invola a campo aperto sfruttando un buco, ma sono bravi prima Coulange ad ostacolarlo e poi soprattutto Fallani ad evitare il gol con una gran parata.
Ed è anche l’unico intervento che l’estremo difensore biancazzurro è chiamato a fare. Il Cesena attacca ma non punge la SPAL, che difende con ordine e in contropiede manca diverse volte l’appuntamento con il 3-1. Ci provano Cuellar e il neoarrivato Tunjov con due tiri dalla distanza ed anche Minaj di testa. L’occasione più ghiotta però è quella di Seck, con un tiro da posizione defilata a cinque minuti dalla fine messo in corner dal portiere.

A fine partita mister Perinelli si complimenta con i suoi giocatori: “I ragazzi nelle ultime partite stanno dimostrando di essere cresciuti. Oggi sono stati bravi perché dopo essere finiti sotto per un rigore dopo trenta secondi hanno reagito e hanno avuto le migliori occasioni della partita. A parte un nostro errore nel secondo tempo, con Fallani che è stato bravo a chiudere la porta all’attaccante, il Cesena non ha avuto altre occasioni. Abbiamo giocato, abbiamo avuto un buon ritmo, i ragazzi sono stati bravi. Continuiamo a lavorare, ma oggi comunque giocavamo contro la squadra quarta in classifica e sono felice per la vittoria“. Su Coulange e Cuellar, chiamati da Cottafava per il Viareggio: “Di solito quando i ragazzi vanno a giocare ‘sopra’, poi quando ritornano ‘giù’ non hanno la stessa attenzione e la stessa applicazione, ma questo è un fatto normale che riscontriamo in tutti i ragazzi.  Oggi però devo dire che entrambi sono stati attenti e si sono applicati, quindi bene così“.

LINK: I risultati della 22^ giornata nel girone B e la classifica.

SPAL-Cesena 2-1 (p.t. 1-1)

SPAL (4-3-3): Fallani; Biolcati, Valesani, Coulange, Marzocchi; Sare, Tagliaferri (dal 13’ s.t. Tunjov), Alessio; Seck, Minaj, Cuellar. A disp: Campi, Artioli, Ardelean, Bonin, Mazzoni E., Mazzoni M., Marzio, Yabre. All. Perinelli.

Cesena (4-3-1-2): Santopolo; Alboni, Bellucci, Magi (dal 24’ s.t. Ferrari), Tosi (dal 13’ s.t. Poggi); El Bouhali, Pari (dal 39’ p.t. Rocchio), Sami; Farinelli; Manara, Mainardi (dal 13’ s.t. Braccini). A disp: Vitiello, Lo Curto, Drudi, Pastorelli. All. Ceccarelli.

Arbitro: Sig. Duzel di Castelfranco Emilia (ass.ti Ferro e Buzzi)
RETI: 1’ p.t. rig. Pari (C), 41’ p.t. Sare (S), 10’ s.t. Cuellar (S)
Ammoniti: Poggi (C)
Note: cielo coperto, campo sintetico. Angoli 7-4. Recuperi 1’ p.t., 4’ s.t.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0