A Marassi come in una finale. Costa: Punti sempre più pesanti, ci giochiamo tanto

Nel pomeriggio di martedì una delegazione biancazzurra ha incontrato i tifosi nella nuova sede del negozio “Bruni Sport”, da poco trasferitosi in via Bologna 449. Filippo Costa, Manuel Lazzari, Everton Luiz, Gabriele Marchegiani, Pa Konate e Eros Schiavon si sono resi disponibili per selfie, fotografie e autografi. L’evento ha previsto anche un quizz con domande interamente dedicate ai sei giocatori presenti e con in palio tanti buoni sconto del 20% da utilizzare su tutti gli articoli in negozio. C’è stato anche tempo per un breve colloquio con la stampa: dinanzi ai taccuini ferraresi si è presentato Filippo Costa, che ha raccontato gli ultimi sviluppi in casa biancazzurra, dopo la settimana di pausa per le nazionali, in vista dello scontro salvezza con il Genoa, previsto sabato a Marassi. Costa ha fatto anche un bilancio sulla sua situazione personale: dopo un lungo periodo di stop a causa dell’infortunio alla coscia sinistra, finalmente è tornato ad essere protagonista in occasione degli ultimi due incontri di campionato, in cui ha raccolto consenso e approvazione da parte di mister Semplici e dei tifosi.

“Questa settimana ci è servita per ricaricare le batterie e poterci preparare al meglio ad una partita che sarà fondamentale per la salvezza. Siamo carichi, la squadra sta bene, a breve torneranno anche i nostri compagni impegnati con le rispettive nazionali. A Genova ci giochiamo tanto, sappiamo che sarà una partita molto equilibrata e potrà essere decisa dagli episodi, perché anche i nostri avversari lottano per il nostro stesso obiettivo. La corsa per la salvezza è apertissima, siamo in tante a giocarcela e che vogliono raggiungere al più presto questo traguardo, ma noi pensiamo a noi stessi e a cercare di fare il massimo perché i punti in palio sono sempre più pesanti, dato che ormai le partite stanno diminuendo. Sabato giocheremo come se fosse una finale, sperando di contare sul supporto del nostro pubblico, nonostante non sia una trasferta vicinissima. Personalmente mi sento bene, ho recuperato da un infortunio decisamente strano e sono soddisfatto di aver dato il mio contributo in queste ultime due partite. Quest’anno sapevamo che ci sarebbe stata più competizione, perché la serie A è un palcoscenico importante, ma nonostante i nuovi arrivati e la maggiore concorrenza non mi sono mai sentito messo in discussione, perché ho sempre avvertito la fiducia del mister nei miei confronti”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0