La Nazionale femminile sceglie Ferrara per centrare il Mondiale: Italia-Belgio gara decisiva

Che il calcio femminile sia uno sport in forte crescita anche in Italia è ormai un dato di fatto, ma ciò che invece dovrebbe suscitare grande orgoglio tra le mura estensi è come Ferrara sia stata scelta per ospitare una partita decisiva per le sorti della Nazionale Femminile, che martedì 10 aprile affronterà sul prato del Paolo Mazza il Belgio in una gara decisiva per centrare i Mondiali. La squadra allenata da Milena Bertolini spera di accedere alla fase finale dopo vent’anni di assenza.

Gara non determinante, ma sicuramente chiave per le azzurre che sono al comando del proprio girone di qualificazione davanti a Belgio, Portogallo, Romania e Moldavia. Una vittoria martedì 10 porterebbe le azzurre ad allungare a +6 sulle rivali numero uno del pool. Per una sfida così delicata è stato scelto il Paolo Mazza di Ferrara, con la speranza, ribadita da tutti gli interessati, che possa essere pieno e caldo per spingere le azzurre verso un traguardo storico.

Nella conferenza stampa tenuta in Municipio per presentare la gara, l’assessore allo sport Simone Merli ha così esordito: “Innanzitutto ringrazio la FIGC per aver scelto la nostra città per un evento così importante. Ferrara oggi può offrire al mondo del calcio italiano un impianto anche per le partite tra squadre nazionali (lo stadio ha già ospitato in diverse occasioni la nazionale Under21). Cerchiamo di essere ospitali ed impegnarci nell’accoglienza e nella sensibilizzazione dello sport femminile. Una nostra cittadina, Eleonora Goldoni, è parte della nazionale. Siamo molto orgogliosi di lei ed anche molto riconoscenti perché, come altri atleti, contribuisce nel portare un pezzo della nostra città in giro per il mondo. Quella con il Belgio è una partita importante e stiamo lavorando con le scuole per sensibilizzare il più possibile l’evento. Dobbiamo valorizzare lo sport femminile, per questo invito le persone che amano il calcio e lo sport in generale a venire allo stadio. È una partita importante per il calcio italiano, a prescindere da quanto fatto dalla nazionale maschile. Infine ringrazio la SPAL per il grande lavoro fatto sull’impianto e per il calcio a Ferrara”.

Prende dunque parola Barbara Facchetti, figlia d’arte, ma soprattutto Capo Delegazione della Nazionale dal 2015: “Sono onorata di essere qui e rappresentare la nazionale. Giocare a Ferrara è bello, è uno stadio in cui l’Italia ha vinto nel 2012 e speriamo ci porti bene ancora una volta. Sono molto contenta delle belle iniziative organizzate per coinvolgere i cittadini perché giocheremo uno scontro diretto importante e contiamo molto sull’appoggio della città, sulla partecipazione della gente, perché è ciò che serve alla squadra per vincere questa partita”.

A sottolineare un’altra volta l’importanza della partita è proprio il Commissario Tecnico Milena Bertolini: “Mi fa molto piacere essere qui a Ferrara. Io abito qui vicino (a Correggio, ndr) e mi sento quasi a casa. Contro il Belgio è una partita importante perché vogliamo andare ai mondiali dopo vent’anni di assenza. Ferrara è un ambiente adatto, con un impianto perfetto per una partita di questo tipo. Ha il giusto numero di posti e mi auguro ci sia una grande presenza di pubblico. La FIGC sta facendo tantissimo per coinvolgere la città e sono convinta che il pubblico sarà la dodicesima donna in campo. Ferrara ha una certa tradizione nel calcio femminile. La New Team è una di queste realtà, dove tra l’altro è cresciuta la nostra Eleonora. Si dice sempre che all’estero allo stadio ci si vada con un atteggiamento diverso, si parla di ambienti sereni e per famiglie. Ecco, in Italia il calcio femminile è come il calcio maschile all’estero. Il clima è disteso e gli obiettivi principali sono il gioco ed il divertimento. E’ una filosofia diversa di pensare il calcio. Speriamo che il clima che si respira in città grazie ai successi della SPAL aiuti anche la femminile”.

Per concludere, le persone che più di tutte hanno contribuito a creare un impianto di livello e a riportare entusiasmo e vittorie nel calcio ferrarese.  Simone Colombarini: “Ribadiamo il nostro orgoglio da ferraresi per ospitare questa partita. Speriamo sia un modo per esprimere nuovamente quanto di buono fatto da società e Comune in questi anni.
Fanno piacere le parole che avete speso per lo stadio. Questo lavoro deve continuare anche il prossimo anno; so che è difficile migliorare questo stadio, ma ci proveremo. Sono convinto che il pubblico ferrarese risponderà alla grande. C’è sempre stata grande attenzione e grande risposta di pubblico ogni volta che è venuta la nazionale. Speriamo anche che questa occasione contribuisca a migliorare l’appeal con il calcio femminile”.

A ruota Walter Mattioli: “Come SPAL e Ferrara siamo felici di ospitare queste gare. Abbiamo un piccolo gioiello che a fine campionato sarà ulteriormente perfezionato. Come SPAL faremo di tutto per agevolare l’afflusso di pubblico, anche dal settore giovanile che verrà in massa alla partita, soprattutto la femminile, su cui investiamo e puntiamo molto. Speriamo che le nostre ragazze traggano ispirazione dalle azzurre che scenderanno in campo. Faremo il possibile per far si che le scuole e le nostre società affiliate vengano e possano assistere a quella che secondo me sarà una bellissima gara.”

Dopo le foto di rito, la parola torna un’ultima volta a Milena Bertolini, che si lascia scappare qualche dettaglio tecnico sulla situazione della sua squadra: “Tre punti contro il Belgio sarebbero fondamentali. Il Belgio è la favorita e al Mondiale accede la prima del girone, mentre solo alle migliori seconde sarà concessa la possibilità di provarci in una seconda fase di spareggi. In questi anni stiamo facendo bene, ma ora il livello si alza ancora di più. Nel girone abbiamo anche un Portogallo in forte crescita. Siamo tutte motivate, staff e giocatrici. Abbiamo calciatrici di qualità e c’è voglia di fare bene. Sappiamo che sarà difficile ma veniamo a Ferrara per fare tre punti. Poi andremo da loro per l’ultima partita e sappiamo che troveremo uno stadio pieno perché in Belgio il calcio femminile è molto seguito. In Italia le scelte della FIGC negli ultimi anni sono state positive, volte a migliorare il movimento”.

La partita si giocherà martedì 10 aprile alle ore 18 presso lo stadio Paolo Mazza. L’ingresso allo stadio sarà gratuito per chiunque ed i biglietti (omaggio) si potranno ritirare presso il botteghino locali lato Tribuna Sud (Corso Piave lato via Ortigara) nei seguenti orari: 7-8-9 Aprile 10-13/15.30-18.30; 10 Aprile 13-19.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0