Rosso da VAR: seconda espulsione diretta decisa col monitor, Vicari paga con un turno di stop

Quella che Francesco Vicari dovrà scontare nel prossimo turno è senz’altro una delle squalifiche più assurde della sua pur breve carriera. Il difensore salterà SPAL-Atalanta di sabato a causa dell’espulsione rimediata a Marassi, visto che – recita il comunicato del giudice sportivo – “ha commesso un intervento falloso su un avversario in possesso di una chiara occasione da rete“.
Curiosità: per la SPAL è la seconda espulsione diretta della stagione e ancora una volta il VAR è stato assoluto protagonista. Il primo caso infatti fu quello del contatto Felipe-Dzeko in Roma-SPAL del 1 dicembre. All’Olimpico l’arbitro Abisso sanzionò col giallo il difensore biancazzurro, salvo ricredersi dopo aver riguardato le immagini al monitor su suggerimento di Pairetto.

Sul fronte disciplinare Filippo Costa entra tra i diffidati dopo aver incassato la quarta ammonizione stagionale. Da segnalare anche l’ammonizione a Cristiano Scalabrelli, preparatore dei portieri, richiamato dal giudice sportivo “per avere, al 36° del secondo tempo, alzandosi dalla panchina aggiuntiva, contestato una decisione arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale“.

LA SITUAZIONE DISCIPLINARE
4 ammonizioni (in diffida) Salamon, Costa
3 ammonizioni Schiavon, Viviani*, Lazzari
2 ammonizioni Paloschi, Cionek, Grassi
1 ammonizioni Borriello*, Vaisanen, Simic, Vicari, Felipe*, Mattiello, Antenucci, Schiattarella**, Everton
(con l’asterisco sono contrassegnati i giocatori che hanno già scontato un turno di squalifica per somma di ammonizioni)

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0