Massimo risultato col minimo sforzo: Salvemini rilancia l’Under 15 contro il Venezia

La sosta di due settimane ha sortito ottimi effetti sulla SPAL Under 15, che si è rituffata nel campionato nazionale con una prestazione convincente. La trasferta in casa del Venezia si conclude con una vittoria per 0-1, decisa dalla rete a fine primo tempo del centrocampista tutto qualità Nico Salvemini, autore di una grande prestazione e tornato a scrivere il suo nome nel tabellino dopo un mese d’assenza. I tre punti fuori casa, raggiunti al termine di una sfida giocata a viso aperto e con grande caparbietà, caricano gli spallini in vista dell’ultimo mese di impegni ufficiali, un periodo che – a dispetto della classifica ormai avara di aspirazioni – potrà consentire ai biancazzurri di cancellare qualche rimpianto per una stagione troppo spesso altalenante, nella quale forse, riavvolgendo il nastro, non si è riusciti a raccogliere appieno quanto di buono seminato lungo la strada.

Rimanendo all’attualità, la sfida giocata in laguna ha regalato momenti di grande spettacolo ed emozioni, con un intraprendente avversario come il Venezia che ha dimostrato di valere ben più dell’ultimo posto occupato in classifica. Il primo tempo si dimostra equilibrato e la SPAL, schierata come al solito col 4-3-3, costruisce due clamorose palle gol con Pilotto, prima arrivando a tu per tu col portiere che neutralizza il tiro, poi con un azione in fotocopia che riserva la medesima sfortunata conclusione. Il Venezia non rimane certo a guardare e il portiere spallino Pezzolato ha il suo bel da fare per opporsi alla risposta dei padroni di casa, pericolosi a sfruttare un errore in disimpegno e a trovarsi soli davanti all’estremo difensore ospite. La SPAL tiene comunque il pallino del gioco, ragiona bene col pallone e riesce a passare in vantaggio poco prima della fine della prima frazione, il tutto grazie ad un gol condito da un pizzico di fortuna ma che premia l’ottimo andamento dei biancazzurri, sempre una spina nel fianco quando attaccano a pieno organico. Al 28’ Il cross dalla sinistra di Cavallari passa in area tra una rete di gambe e finisce sul piede destro di Salvemini, bravo a seguire l’azione e trasformare il rigore in movimento che manda negli spogliatoi una SPAL in vantaggio con pieno merito.

Nel secondo tempo il Venezia continua a giocare, ma la SPAL dimostra grande maturità, gestendo bene la fase di pressing avversaria che col passare dei minuti inizia via via ad esaurirsi. I biancazzurri subiscono il giusto e in realtà mancano anche un altro paio d’occasioni per poter raddoppiare, tra cui si segnala il tiro di Colace dal limite e l’incredibile traversa del subentrato Amore, sfortunato nel trovare il montante dopo una staffilata perfetta dai venti metri. Alla fine il risultato resta immutato e gli estensi tornano in città con una vittoria importante per il morale, dimenticando in fretta la settimana di fine marzo che in tre partite aveva portato solo un punto. Tra sette giorni con il Milan servirà un’altra prestazione audace, per chiudere in bellezza una stagione che ha lasciato comunque molte sensazioni positive.

Sereno e soddisfatto nel post partita Massimo Crivellaro, vice-allenatore dei biancazzurri: “Devo innanzitutto fare i complimenti al Venezia, una squadra che lavora molto sul collettivo e gioca al calcio provandoci sempre, senza guardare la posizione in classifica e senza paura di sbagliare. Questa considerazione si allaccia alla nostra prestazione, siamo stati molto bravi a giocare e a non farci schiacciare dai loro sviluppi, abbiamo creato tantissimo e alla lunga abbiamo dimostrato ciò di cui siamo capaci. Il percorso di crescita continua ed il gol di oggi è la dimostrazione che gli allenamenti ed il lavoro settimanale pagano sempre, come paga sempre l’abitudine ad attaccare gli spazi e a seguire l’azione in una determinata maniera. I nostri attaccanti oggi sono stati sfortunati, ma la bravura di una squadra è quella di trovare altri elementi che riescono a sopperire alla sfortuna o eventualmente all’errore di qualcun altro.  I ragazzi stanno lavorando duramente per concludere in bellezza una stagione in cui c’è sicuramente qualche rimpianto, manca poco ed abbiamo messo la freccia, mi aspetto che tutti mettano quell’ 1% in più rispetto alle proprie singole possibilità per toglierci qualche sassolino dalla scarpa che ci portiamo dietro da tempo, ora aspettiamo il Milan senza paura”.

LINK: I risultati della 24^ giornata nel girone B e la classifica.

VENEZIA-SPAL 0–1 (0-1)

VENEZIA: Rigon, Losso (dal 12’s.t. Piazza), Berti, Ircando, Gabrielli, Padoan, Perissinoto (dal 21’ s.t. Tonolo), Salvadori (dal 1’ s.t. Berto), Ndoj (dal 21’ s.t. Stefani, Sette (dal 21’s.t. Bellio), Garcia Leyba (dal 12’s.t. Polesel). A disp. Costantini, Busato, Cozzarini. All. Turato.

SPAL: Pezzolato, Basile, Cavallari, Pederzani, Roda, Faggi, Stefano, Diagne (dal 5’ s.t. Colace), Salvemini (dal 31’s.t. Rimondi), Pilotto (dal 12’ s.t. Amore), Forapani (dal 12’ s.t. Castelli). A disp. Mingozzi, Maneo, vespa, Zannoni, Magnanini. All. Barella.

ARBITRO: Sign. Riccardo Formisano ASS.TI: Pianon-Bighetti
MARCATORI: Salvemini (S) al 28’ p.t.
AMMONITI: Basile (S), Bellio (V).
NOTE: giornata soleggiata con temperatura primaverili, campo in buone condizioni

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0