Un primo tempo super non basta: il Milan ci crede e riesce a rimontare due gol

Giornata di rimonte in via Copparo: dopo lo spettacolare 2-2 colto in maniera rocambolesca dalla U15 della SPAL, anche i colleghi della U16 hanno portato a casa lo stesso risultato, incassando però il ritorno prepotente del Milan nel corso della ripresa.

Le prime occasioni sono per i padroni di casa: Bertini su ripartenza cerca immediatamente di beffare Moleri; poi un bel fraseggio tra Teyou Tamo, Yabre e Faye produce un’azione elaborata che porta quest’ultimo al tiro, sfortunatamente senza inquadrare lo specchio della porta. I ragazzi di Rossi non si perdono d’animo e si fanno preferire al Milan: Teyou ha due occasioni per rendersi pericoloso, prima con un colpo di testa da situazione di calcio piazzato e poi con una conclusione larga su invito di Yabre. All’11’ arriva la svolta: su calcio d’angolo battuto dagli spallini, la palla arriva in area e Faye di testa la mette in rete. Acquisito il vantaggio, i biancazzurri rimangono in avanti, convinti di poter colpire ancora. Questo crea inevitabilmente qualche spazio che il Milan prova a sfruttare. Come al 24′, quando è Cudjoe su ripartenza a tentare il tiro, ma la palla colpisce la rete all’esterno della porta. Tuttavia è solo un lampo isolato, perché dopo nemmeno due minuti la SPAL trova l’episodio che propizia il raddoppio. Bertini riceve palla sulla trequarti e si lancia verso la porta avversaria: a questo punto Auletta commette fallo, atterrando il numero undici della SPAL. Per l’arbitro Zamagni non ci sono dubbi: cartellino rosso e doccia anticipata per il difensore rossonero. La superiorità numerica non può che portare ulteriore benefici ad una SPAL intraprendente e non a caso al 32′ arriva il punto del 2-0, siglato da Faye che mette in rete su un passaggio di Teyou Tamo.

L’intervallo permette al Milan di riordinare schemi e idee. La squadra di Monguzzi rientra decisa e già all’8′ va a segno accorciando le distanze. Cudjoe serve Colombo che coglie di sorpresa il gigante polacco Maksymowicz, gonfiando la rete nell’angolo destro. La SPAL incassa il colpo, ma non si scompone, tanto da avere l’opportunità di rimettere due gol tra sé e gli avversari: al 21′ è ancora una volta Teyou ad innescare l’azione servendo Bertini, ma l’attaccante spallino si ritrova chiuso da un paio di difensori. Convinto di non aver più nulla da perdere, il Milan alza la pressione e mette in difficoltà la SPAL. Prima una combinazione tra Capone e Romeo costringe Maksymowicz a salvare la situazione con un intervento provvidenziale; poi Colombo tenta un tiro potente da fuori area sfiorando il palo. Al 31’ il fortino biancazzurro è costretto a cedere: Romeo trova il pertugio giusto per piazzare il rete di precisione, firmando il 2-2 finale.

Mister Rossi commenta la prestazione di oggi con orgoglio, ma anche una punta di amarezza: “È stata una partita in cui abbiamo avuto paura di vincere. Dopo un inizio strepitoso, nel secondo tempo è subentrata la paura ed il desiderio di portarla a casa a tutti i costi. Quando ci si abbassa molto, si dà spazio ai giocatori avversari. Ed il Milan ha qualità, Colombo è un fuori categoria in attacco. Abbiamo preso il 2-1 dopo qualche minuto dalla ripresa e il secondo a dieci minuti dalla fine, ma abbiamo anche avuto occasioni per vincerla. È stata una questione di testa. Mi dispiace per i ragazzi che hanno giocato bene contro una delle migliori squadre italiane di categoria. Abbiamo fatto una partita coraggiosa, come era stata preparata in settimana, per riuscire a giocare senza paura. Nel primo tempo abbiamo fatto due gol, ma ci sono state altre tre occasioni nette, abbiamo creato tanto. Adesso ci prepariamo per l’ultima partita per chiudere bene”.

LINK: I risultati della 25^ giornata nel girone B e la classifica.

SPAL–MILAN 2-2 (p.t. 2-0)

SPAL: Maksymowicz, Stabellini, Yabre, Fregnani, Pasqualino, Ficara (dal 17’ s.t. Randi), Basile, Teyou Tamo (dal 23’ s.t. Cuoghi), Faye (dal 12’ s.t. Errichiello), Cuomo, Bertini. A disp.: Galeotti, Sandri, Perinelli, Benini, Cuoghi, Simeoni. All.: Rossi.
MILAN: Moleri, Cattaneo (dal 1’ s.t. Crescente), Auletta, Grassi, Di Gesù, Bosisio, Bassoli, Capone, Colombo, Luscietti (dal 15’ s.t. Romeo), Cudjoe (dal 25’ s.t. Locati). A disp.: Paloschi, Malinverno, Robbiati, Palmieri, Di Chio. All.: Monguzzi.

Arbitro: Sig. Zamagni di Cesena; assistenti: Faccani e Maiorana di Faenza.
Reti: al 12’ p.t. e al 32’ p.t. Faye (S), all’8’ s.t. Colombo (M), al 31’ s.t. Romeo (M).
Ammoniti: Faye (S),  Luscietti (M), Colombo (M), Cuomo (S), Errichiello (S).
Espulsi: al 27’ p.t. Auletta (M) per fallo in area su Bertini.
Note: calci d’angolo: 8-4. Recuperi: 1’ p.t., 4’ s.t.

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0