Commissioni ai procuratori, SPAL ultima in serie A: spesi oltre 200mila Euro in meno dal 2016

C’è una classifica della serie A nella quale la SPAL è ultima e con poche speranze di raggiungere le dirette concorrenti. Quella delle commissioni versate ai procuratori sportivi. A rivelarlo è la tabella – che si riferisce all’anno solare 2017pubblicata dalla FIGC sul proprio sito, in adempimento a quanto previsto dalla normativa FIFA “Regulations on Working with Intermediaries“.

Un dato nettamente in controtendenza con l’anno precedente. Nel 2016 infatti la SPAL aveva fatto registrare una spesa totale di 316mila euro per undici transazioni ufficialmente censite dalla federazione. Oltre al dato numerico complessivo, la FIGC dà conto anche di alcuni dettagli delle stesse transazioni, come la data di registrazione e l’identità dei professionisti coinvolti con le relative aziende. Nell’anno solare 2017 la SPAL si è avvalsa dell’assistenza di procuratori in 23 occasioni. Sono compresi anche i trasferimenti di giocatori prelevati per la squadra Primavera come Barbosa Avelino, Barbosa Vischi e Petrovic.

La classifica viene leggermente stravolta se si prende in esame il compenso medio versato per ciascuna transazione.

  1. Juventus (30 transazioni) 1.412.150€
  2. Roma (37) 620.216
  3. Milan (34) 618.373
  4. Napoli (11) 479.870
  5. Torino (28) 285.768
  6. Chievo VR (13) 214.680
  7. Bologna (13) 212.216
  8. Genoa (28) 199.067
  9. Sassuolo (27) 150.911
  10. Atalanta (65) 118.093
  11. Hellas Verona (21) 93.870
  12. Benevento (18) 91.893
  13. Fiorentina (33) 69.608
  14. Crotone (22) 61.238
  15. Lazio (23) 49.156
  16. Inter (64) 47.931
  17. Cagliari (26) 45.227
  18. Udinese (39) 37.059
  19. Sampdoria (45) 38.809
  20. SPAL (23) 4.293

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0