Di Francesco mischia le carte: fuori Kolarov, Perotti recupera. Rebus a centrocampo

Alla vigilia di SPAL-Roma, delicatissimo match valido per la 33^ giornata di campionato, è Eusebio Di Francesco il primo tra i due allenatori a presentarsi davanti alla stampa per la consueta conferenza di presentazione e il suo appello è uno solo: “Attenzione alla SPAL“. Con la solita schiettezza e i pochi giri di parole che lo contraddistinguono, il tecnico giallorosso ha alzato l’asticella in vista della sfida ai biancazzurri di Semplici, allontanando per un attimo il sogno Champions League: “La SPAL è una squadra organizzata che dietro concede poco. Dovremo essere bravi a capitalizzare le occasioni che riusciremo ad avere“.

Anche il meteo fa preoccupare Di Francesco: “Farà caldo e sarà una delle prime partite con questo clima. Non sarà facile“. Oltre che con le condizioni climatiche, l’allenatore della Roma deve fare anche i conti con quelle di Aleksandar Kolarov, alle prese con un affaticamento muscolare e quindi indisponibile per la trasferta di Ferrara con il solo obiettivo di preservarlo in ottica Champions League: “Ha qualche fastidio, non sarà convocato“. Chi invece si è perfettamente ristabilito è Diego Perotti, assente dal 7 aprile per un problema al polpaccio ma ora tornato a disposizione: “E’ prontissimo. Devo solo valutare se farlo partire dal primo minuto, ma è tra i convocati“. Si aggiunge, quindi, un esterno alla sua già ricca lista di frecce sulle corsie laterali. Con Under osservato speciale. Il turco è tornato al gol mercoledì con il Genoa: “Cengiz ha un modo di giocare dispendioso, fatto di scatti continui. Difficilmente i miei esterni giocano 90′, Perotti a parte che ha più le caratteristiche di un centrocampista. Valuterò come gestirlo“.

Ma chi giocherà al posto di Kolarov? Il serbo ha saltato solamente tre partite da inizio anno (2 in campionato e 1 in Coppa Italia), venendo rimpiazzato a turno da Bruno Peres, Emerson Palmieri (ora al Chelsea) e Juan Jesus. Possibile, anzi probabile, che Di Francesco opti per una quarta soluzione: “Schiererò un mancino in quella posizione. Uno tra Jonathan Silva e Luca Pellegrini, con il primo in vantaggio“. Per entrambi sarebbe l’esordio stagionale. Possibile che anche Dzeko tiri il fiato, a beneficio di Schick: “Giocherà uno dei due. Edin lo vedo carico, ma disputare così tante partite in pochi giorni non è facile. Valuterò con lui in serata“.

Dubbi a centrocampo, dove Di Francesco ha tante carte da potersi giocare: “Riproporre Pellegrini? Sì, sono indeciso tra lui e un altro ma non vi posso dire chi“. Anche per Gonalons arrivano apprezzamenti: “Può essere sempre chiamato in causa e quando gioca fa sempre sentire la sua presenza. Certo, può commettere qualche errore, ma provate ad andare a vedere il dato relativo alle palle recuperate. Gli manca il guizzo per farsi apprezzare di più per quello che fa, ma nei miei confronti gode di grande considerazione per la disponibilità che mi dimostra“.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0