L’Under 17 chiude il campionato di gran carriera: 3-1 al Cagliari, Perinelli applaude

Si chiude con una vittoria, la terza di fila, il campionato dell’Under 17 biancazzurra, che in casa batte un Cagliari in ottima forma – 7 risultati utili consecutivi prima di Ferrara e quarto posto in classifica – e si vendica anche un po’ dei due punti persi all’andata per un gol in mischia durante l’ultimo minuto di recupero. Dopo un primo tempo equilibrato, ma concluso con il vantaggio degli ospiti, i ragazzi di Perinelli hanno ribaltato il risultato grazie al gol di Cuellar e alla doppietta di Seck.

Novità tattica nel 4-3-3 di Perinelli, con Mattia Mazzoni punta centrale e Minaj ala destra, ruolo in cui l’attaccante biancazzurro aveva già giocato in un paio di occasioni in questa stagione. Il primo tempo è vivace, con buone occasioni da una parte e dall’altra. Il primo lampo si deve ai sardi. Dopo appena un minuto di gioco, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Boccia serve al limite dell’area Marigosu ma il tiro del numero dieci, due passi dentro l’area, termina largo. A cavallo del quarto d’ora due ghiotte occasioni della SPAL: in entrambi i casi la squadra di Perinelli non è fortunata. La prima è un tiro di Mazzoni dal limite che termina alto di poco, la seconda una conclusione da fuori di Tunjov dalla sinistra con la palla che, leggermente deviata, finisce larga di pochissimo. Il Cagliari nel frattempo prova a sfondare soprattutto sulla destra con Contini, ma Marzocchi è bravo a contenerlo. Nonostante ciò,  il gol per il vantaggio degli ospiti arriva dal fronte opposto. Al 20’ Dore triangola con Mula, aggira Biolcati e serve una palla rasoterra al centro dell’area: Marigosu e Coulange si buttano sul pallone, ma l’attaccante sardo ci arriva un secondo prima appoggiando di piatto il pallone in rete. Il Cagliari prova subito a scappare con un tiro-cross rasoterra di Contini dalla destra che però termina largo dopo aver tagliato l’area piccola. La SPAL reagisce chiudendo il primo tempo in avanti, ma senza trovare la rete del pareggio. Negli ultimi quindici minuti ci provano insistentemente Alessio, con un tiro rasoterra messo in corner dal portiere; Biolcati, che colpisce la traversa con una bomba da trenta metri; Tunjov con una conclusione centrale e Cuellar, dalla sinistra, con il portiere che si deve allungare per mettere in corner il tiro a fil di palo.

Se i primi quaranta minuti sono stati equilibrati, nel secondo tempo gioca decisamente meglio la SPAL. Perinelli inserisce Seck al posto di Mazzoni, con Minaj che torna a giocare da numero nove in un tridente più rodato. Pronti via e subito al terzo minuto la SPAL si fa vedere in avanti con Minaj che per un soffio non riesce ad agganciare un cross di Tunjov che lo avrebbe messo solo davanti al numero uno avversario. Il Cagliari non esita a rispondere: sul fronte opposto il neo-entrato Pinna non imprime la forza necessaria ad un colpo di testa in area piccola su un cross di Contini, con la palla che termina a lato. Contini che continua a confermarsi la principale soluzione offensiva della sua squadra; al 4’ calcia in porta da posizione defilata trovando i guanti di Fallani sulla sua strada a dirgli di no.
SPAL che però sembra avere molto più mordente dei rossoblu e infatti al 7′ riesce a riequilibrare la partita con il tredicesimo gol stagionale di Cuellar. Un gol per certi versi simile a quello che i rivali avevano segnato nel primo tempo. Palla perfetta in mezzo di Alessio e tocco vincente di Cuellar da dentro l’area. SPAL che approfitta del buon momento e nel giro di cinque minuti prova a portarsi in vantaggio con due azioni pericolose. La prima è di Sare, che si fa parare un tiro da dentro l’area; la seconda di Seck, che, a un passo dal portiere, non impatta bene un passaggio molto simile a quello su cui Cuellar aveva trovato la rete pochi minuti prima. Al 27’ è ancora Seck, entrato in partita alla grande, a rendersi pericoloso. L’attaccante sfrutta un errore in disimpegno della difesa per recuperare un pallone e calciare, ma il suo tiro finisce fuori. Gli va decisamente meglio due minuti dopo: tiro da fuori area di Alessio, Cabras respinge corto e centrale proprio sui piedi di Seck, che ribatte in rete per il vantaggio estense. Al 37’ ultima sortita offensiva del Cagliari con Fallani che salva il risultato con una buona parata su una conclusione incrociata da dentro l’area del solito Contini. Nel primo minuto di recupero arriva la doppietta di Seck. Il Cagliari è scoperto e la SPAL s’invola in contropiede; cambio di gioco da sinistra verso destra con il numero 15 che arriva come un fulmine, puntuale per freddare nuovamente il portiere. Ed è questo gol che mette la parola fine sulla partita e sul campionato dei ragazzi dell’Under17.

A fine partita Perinelli commenta così il settimo risultato utile consecutivo: “I ragazzi adesso stanno bene e si vede. Abbiamo preso un gol stupido, perché Minaj, schierato non nel suo ruolo naturale, non ha seguito il taglio del suo uomo. Però nel secondo tempo abbiamo giocato sempre noi. Il primo è stato equilibrato, forse era più giusto lo 0-0. Però ripeto, ultimamente stiamo giocando degli ottimi secondi tempi e anche oggi non c’è stata storia. È un dato di fatto, nel secondo tempo andiamo più forte degli altri. È una costante. Sono contento che abbiamo finito con la terza vittoria di fila, se poi il Verona perde con l’Inter oggi pomeriggio passiamo davanti anche a loro in classifica. Quindi bene così. Contro il Cagliari abbiamo vinto praticamente tutte e due le volte, perché all’andata abbiamo preso gol a tre secondi dalla fine. Oggi però siamo stati più bravi noi, la realtà è questa. Ho provato a far giocare Mazzoni punta centrale, ma poi ho rimesso Seck e siamo tornati al tridente classico, con Minaj centrale, e la musica è cambiata un po’. Seck ha qualità importanti, lo ha dimostrato anche oggi. Salta sempre l’uomo e poi oggi ha coronato la prestazione con due gol”.

LINK: I risultati della 26^ giornata nel girone B e la classifica.

SPAL–Cagliari 3-1 (p.t. 0-1)

SPAL (4-3-3): Fallani; Biolcati, Valesani, Coulange, Marzocchi; Alessio, Sare, Tunjov (dal 39’ s.t. Ardelean); Minaj, Mazzoni M. (dal 1’ s.t. Seck), Cuellar. A disp: Campi, Mazzoni E., Marzio, Tagliaferri, Artioli. All. Perinelli.

Cagliari (4-3-3): Cabras; Pici (dall’ 11’ p.t. Maccis), Boccia, Cusumano, Cancellieri; Mula, Corda (dal 6’ s.t. Cossu), Dore (dal 18’ s.t. Carboni); Contini, Vinci (dal 1’ s.t. Pinna), Marigosu (dal 18’ s.t. Agostinelli).
A disp: Atzeni, Chong. All. Melis.

Arbitro: Sig. Campagnolo di Bassano del Grappa (ass.ti Finchi e Santoro di Ferrara)
RETI: 20’ p.t. Marigosu (C), 7’ s.t. Cuellar (S), 28’ s.t. Seck (S), 41’ s.t. Seck (S)
Ammoniti: nessuno
Note: giornata soleggiata, campo sintetico. Angoli 9-4. Recuperi 1’ p.t., 3’ s.t.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0