Borriello ci tiene davvero a dimostrare di essere infortunato: altro video su Instagram

A quanto pare Marco Borriello ci tiene parecchio a ribadire di essere fuori per infortunio e non per altre ragioni non meglio precisate. Dopo il referto medico pubblicato la scorsa settimana, l’attaccante ha pubblicato un video su Instagram che ritrae il suo polpaccio destro mentre viene sottoposto alla cosiddetta “coppettazione”, una pratica derivata dalla medicina cinese su cui la comunità medica tende ad avere più di qualche dubbio. L’inquadratura poi si sposta sulle mani di una persona non meglio identificata che regge uno smartphone contenente un’immagine che si presume essere riferita alla lesione muscolare che è stata diagnosticata a Borriello nelle scorse settimana.

Per quanto lui stesso nel suo ultimo “comunicato” abbia espresso la volontà di ristabilirsi e contribuire al finale di campionato, un suo rientro non appare esattamente dietro l’angolo. A campionato concluso la SPAL dovrà senz’altro sedersi al tavolo col numero 22, visto che il suo contratto ha come data di scadenza giugno 2019.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0