Volata con beffa: l’ex Sassarini sgambetta la Primavera, fallito l’obiettivo dei playoff

Sembrava una formalità, si è trasformato in un incubo. La SPAL Primavera aveva bisogno di un punto nell’ultima di campionato per qualificarsi ai playoff e invece si è squagliata a Chiavari, sul campo di una Virtus Entella che non aveva alcunché da chiedere alla sua stagione. Anche i risultati dagli altri campi si sono rivoltati contro i biancazzurri: lo Spezia ha battuto a sorpresa l’Empoli, scavalcando proprio i ragazzi di Cottafava.

In avvio mister Cottafava dà continuità al 3-4-2-1 delle gare precedenti schierando Cuellar e Parolin alle spalle di Gabriel Barbosa, mentre l’ex spallino Sassarini, ormai relegato nel basso della classifica, schiera un 4-3-1-2 votato all’attacco. Sin dall’inizio del primo tempo la SPAL approccia male la gara ed esprime un calcio nervoso, mentre i padroni di casa propongono gioco e riescono a costruire di più. La spensieratezza premia l’Entella ed al 20’ i liguri sbloccano il risultato: Seri devia un tiro insidioso verso il centro dell’area di rigore e Traversani anticipa i difensori spallini gonfiando la porta completamente sguarnita.
Nella ripresa i biancazzurri scendono in campo più determinati, ma la partita non cambia segno: così dopo appena due minuti arriva un autogol che incrementa il vantaggio dell’Entella. Sugli sviluppi di un calcio di punizione la sfera carambola in area e viene deviata in porta da Boccafoglia, che tenta di pulire la sua zona, ma tocca male il pallone e spiazza Seri. Il doppio vantaggio non scoraggia la SPAL che spinge in avanti per riaprire il match ed al 44’ Boccafoglia anticipa tutti e batte Syaulis, accorciando le distanze. Poco dopo lo stesso difensore centrale manca l’appuntamento con la doppietta spedendo sul fondo un pallone che poteva pareggiare i conti e spedire i ferraresi ai playoff. Al triplice fischio di Zingarelli sfumano anche le ultime possibilità di giocarsi la promozione: la vittoria dello Spezia contro l’Empoli condanna definitivamente i biancazzurri al quinto posto del campionato di Primavera 2 TIM.

A giochi fatti mister Cottafava commenta il match deluso per il risultato, ma fiero del lavoro svolto questa stagione: “Era una partita molto difficile, perché la pressione era tutta su di noi mentre loro non avevano nulla da perdere e sono scesi in campo spensierati. Sono contento del percorso che hanno fatto i ragazzi e spero che questa crescita li aiuti in futuro. Vista la cavalcata finale meritavamo perlomeno i playoff, ma dobbiamo rispettare il verdetto del campo: quest’anno sembra ci sia una maledizione sopra di noi perché non ci gira niente a favore ed anche oggi lo Spezia è stato bravo a vincere ad Empoli, soffiandoci un posto nella fase finale. Rammarico a parte, faccio un plauso allo staff, a tutti i collaboratori ed alla squadra che nonostante il mancato lieto fine ha dato tutto con professionalità e passione”.

LINK: I risultati della 26^ giornata nel girone A di Primavera 2 e la classifica.

VIRTUS ENTELLA-SPAL 2-1 (p.t. 1-0)

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Siaulys; Magonara, Casagrande, Basso, Carullo; Romanengo (dal 30’ s.t. Liguoro), De Marco (dal 35’ p.t. Sadek), Nikic, Spina; Traversani (dal 30’ s.t. Gioria), Semprini. A disp.: Gragnoli, Padovan, Vaccarezza, Vallerga, Aglietti. All.: Sassarini.

SPAL (3-4-2-1):Seri; Boccafoglia, Scarparo, Coulange; Russo, Maranzino, Esposito, Martina (dal 15’ s.t. Clement); Cuellar, Parolin (dal 1’ s.t. Artioli), Gabriel Barbosa (dal 29’ s.t. Minaj). A disp.: Balboni, Aguiari, Valesani, De Angelis, Cantelli, Ljubic, Vitali, Cuomo, Palermo. All.: Cottafava.

ARBITRO: sig. Zingarelli di Siena.
RETI: Traversani (V) al 20’ p.t., Boccafoglia (pro V) autogol al 2’ s.t., Boccafoglia (S) al 44’ s.t..
AMMONIZIONI: Romanendo (VE).
NOTE: manto erboso sintetico, cielo soleggiato.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0