Sarà la volta buona per Dickmann? La discesa del Novara in serie C favorisce la partenza

La permanenza in serie B del Novara probabilmente non avrebbe cambiato granché il destino di Lorenzo Dickmann, l’esterno destro che da almeno un paio di stagioni è tra gli osservati speciali di casa SPAL. L’estate 2018 sarebbe coincisa in ogni caso con un trasferimento al piano di sopra, ma l’inaspettata discesa dei piemontesi in serie C può rafforzare il potere contrattuale delle eventuali pretendenti, anche a fronte di un accordo con scadenza 2020.

A meno di decisioni clamorose da parte sua, il classe 1996 chiuderà la lunga storia col Novara fatta di 125 presenze e 6 gol. Lo farà in coda a una stagione decisamente negativa per gli Azzurri, scivolati di nuovo in serie C a tre anni di distanza dal loro rientro in cadetteria. La separazione comunque non sarà brutale, anzi. Sarà il Novara ad aspettare l’offerta giusta per consentire al ragazzo di mettersi in mostra in palcoscenici decisamente più consoni al suo talento, ma anche per incassare una sostanziosa cifra che possa permettere di tentare la scalata alla B già dal prossimo campionato. In questa stagione Dickmann ha giocato regolarmente sia agli ordini di Corini (fino alla 24^ giornata) sia a quelli di Di Carlo, mettendo insieme 29 apparizioni e 3 gol. Negli ultimi mesi l’esterno nativo di Milano è anche entrato nel giro dell’Under 21, giocando tre partite da titolare. La più recente il 27 marzo contro la Serbia.

Nel corso dell’ultimo anno il suo nome è stato accostato a diverse squadre e non è un mistero che la SPAL almeno in un paio di occasioni, l’ultima a gennaio 2018, abbia tentato di prelevarlo dal Novara. I tentativi non sono andati a buon fine per via delle richieste eccessive del club piemontese: indiscrezioni parlavano di un prezzo fissato a quota 5 milioni. Valutazione ritenuta evidentemente un tantino eccessiva dal ds Vagnati. Di recente sono spuntate voci di presunti interessamenti da parte di Sampdoria e Bologna. Dickmann è di certo sul radar di diverse squadre, resta da capire chi la spunterà. Gli interessi dell’esterno del Novara sono curati dalla Player Management, l’agenzia di Silvio Pagliari e Michelangelo Minieri che nella sua scuderia comprende anche  l’attuale capitano Mirco Antenucci e l’ex spallino Kevin Bonifazi. Parlare di canale privilegiato probabilmente è eccessivo, ma di certo i rapporti con la SPAL sono buoni.

L’interesse è risaputo e la collocazione tattica nel 352 di Semplici sembra calzargli a pennello. A prescindere dalla sorte di Manuel Lazzari, l’esterno del Novara verrebbe inserito in un contesto che gli permetterebbe di imporsi al grande pubblico. Sicuramente parlare di mercato in questo momento è prematuro, ma la sensazione è che il nome di Dickmann tornerà presto a circolare e la società della famiglia Colombarini al momento rispecchia alla perfezione i parametri che porterebbero il giovane under 21 a prendere seriamente in considerazione un’eventuale offerta. Ma la concorrenza, però, sarà sfrenata, perché sia in A che in B le proposte potrebbero piovere da un momento all’altro, quindi è ragionevole pensare che saranno il Novara e lo stesso giocatore a prendersi tutto il tempo necessario per aspettare la soluzione migliore per tutti.

 

hanno contribuito: Alessandro Orlandin e Costantino Felisatti
foto credits: Ufficio stampa Novara Calcio

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0