Vagnati a CN24: Grassi da noi può consacrarsi, vogliamo trovare un accordo col Napoli

Che a Napoli la SPAL ispiri una certa simpatia s’era capito, così come è un dato di fatto che il canale di mercato tra le due società rimanga aperto visto il desiderio dei biancazzurri di trattenere per un altro anno Alberto Grassi. Così il ds spallino Davide Vagnati ha accettato di parlare nel corso della diretta di CalcioNapoli24, per fare il punto sulla trattativa con i partenopei: “Onestamente non so se riusciremo a riscattare Grassi, perché quello che viene scritto dai giornali è un conto, ma la realtà dei fatti è un’altra. Noi abbiamo grande stima del giocatore, però è evidente che otto milioni sono tanti e vogliamo cercare di trovare un punto di incontro col Napoli, perché è chiaro che sia noi sia il ragazzo vogliamo continuare il percorso insieme. Dovremo cercare di sederci assieme a Giuntoli per trovare un accordo. Penso che Alberto debba fare ancora uno step di un certo tipo, perché nel girone d’andata ha avuto qualche problema fisico che l’ha frenato un po’. Nel girone di ritorno è tornato ai livelli che ricordavamo all’Atalanta, ma deve ancora avere una consacrazione e ci piacerebbe la avesse con noi. So che lui si è trovato bene in tutto e per tutto, quindi penso per il suo bene un altro anno a Ferrara possa permettergli di dimostrare le sue potenzialità“.

A precisa domanda su Lazzari: “Penso che il Napoli l’abbia seguito come un po’ tutte le principali squadre di vertice in Italia, ma è stato visionato anche da società estere provenienti da Spagna, Inghilterra e Germania. Poi un conto è seguirlo, un altro sedersi e dire ‘vogliamo comprarlo’ facendo un’offerta. Per noi Lazzari è il giocatore che più ci rappresenta, perché è stato il primo calciatore che ho preso sei anni fa e ha fatto il percorso dalla C2 alla A. Privarci di lui sarà molto difficile“.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0