Zenga incorona Meret: Vederlo dal vivo mi ha impressionato, ha doti eccezionali

Il campionato è finito da quasi venti giorni, ma Walter Zenga deve ancora riprendersi dopo la retrocessione del Crotone giunta all’ultima giornata. A farlo sapere (“Sono ancora sotto un treno“) è l’ormai ex allenatore dei rossoblù in un’intervista esclusiva rilasciata a Ivan Zazzaroni e pubblicata su Il Corriere dello Sport-Stadio di mercoledì 6 giugno, in cui la SPAL non è menzionata, ma lo è un suo (ex) giocatore, Alex Meret.

Zenga ha infatti inserito il classe 1997 nella sua lista dei migliori portieri d’Italia: “Quello che mi ha impressionato di più dal vivo è Meret. Vedere un portiere dal vivo, forse perché lo sono stato ed entro quasi naturalmente nella sua psicologia, continua ad emozionarmi. Meret ha doti eccezionali, ma certo non arriva ad Alisson (che però ha cinque anni in più, ndr). Questi (nella lista Zenga include anche Donnarumma e Sirigu, ndr) sono dei giganti, coprono la porta per intero, sono padroni dell’area di rigore, sembra quasi che dicano: venite, entrate pure che tanto vi fermo io“. Parole che in parte spiegano la valutazione stabilita dall’Udinese, stimata in venti milioni di euro dagli addetti ai lavori.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0