Si riparte dal trio Panni-Molinaro-Fantoni. Ufficiale Mazzoleni, vicini altri due under

A pochi giorni dall’inaspettato addio di Moreno, che ha preferito la stabilità garantita dalla neopromossa Cento rispetto all’offerta di rinnovo proposta dal Kleb (il trasferimento non è ancora ufficiale, ma lo sarà nel giro di pochi giorni), Ferrara continua a guardarsi intorno in cerca di un nuovo playmaker e nel frattempo può mettere in saccoccia la conferma di tre pilastri del roster della stagione scorsa. Parliamo del play vicentino Alessandro Panni, fortemente voluto da gran parte della tifoseria estense, dell’ala grande Lorenzo Molinaro, reduce da una stagione al di sotto delle aspettative ma ancora sotto contratto con il Kleb, e del centro livornese Tommaso Fantoni, vero leader all’interno dello spogliatoio che – molto probabilmente – avrà la possibilità di ricoprire i gradi di capitano e di sostituire, quindi, Riccardo Cortese.

La Bondi potrà contare su una base da cui ripartire e l’idea è quella di affiancare a Panni in cabina di regia un giocatore italiano, esperto della categoria. Il nome che rimbalza da più parti in questi giorni è quello del 36enne Robert Fultz, reduce da una stagione alla Fortitudo Bologna condita da poco più di 5 punti in 20 minuti medi di utilizzo. Ma il profilo che stuzzica di più la coppia Pasi-Bonacina pare essere quello di Claudio Tommasini, classe 1991 in uscita da Rieti con cui segnava 11 punti di media in quasi 30 minuti sul parquet, appetito però anche da altre squadre. E non è esclusa l’ipotesi che porti all’ingaggio di un playmaker americano, magari un rookie, nel caso in cui le trattative per raggiungere un giocatore italiano non vadano a buon fine.

Intanto Ferrara ha ufficializzato l’arrivo del classe 1998 Andrea Mazzoleni, proveniente dall’Aurora Desio (Serie B), di cui – nonostante la giovanissima età – era addirittura il capitano. Già allenato da coach Bonacina ai tempi dell’Under 15, ha fatto registrare oltre 7 punti ed 8 rimbalzi nei playoff appena conclusi e potrà essere sicuramente un’arma in più nelle rotazioni del coach della Bondi nello spot di ala piccola. Queste le prime dichiarazioni del neo-arrivato, rilasciate direttamente ai canali ufficiali della società: “Sono molto felice di essere approdato nelle file di Ferrara, dove ho ritrovato coach Bonacina, che mi aveva già allenato negli Under 15 dell’Aurora Desio. Non conosco ancora la città, ma so che è bellissima e che si vive molto bene. Dal punto di vista cestistico penso che sia l’approdo ideale per cominciare l’avventura in Serie A2. Conosco la lunga tradizione della pallacanestro ferrarese e spero che i tifosi mi accettino come uno di loro. Sono un’ala a cui piace combattere sotto canestro e faccio dell’aggressività una delle mie doti principali”.

E il Kleb è vicino a piazzare altri due colpi in prospettiva: la guardia Cesare Barbon, reduce da una stagione a Pistoia in Serie A, e l’ala Lorenzo De Zardo, di scuola Treviso ma mandato dalla De’ Longhi a fare esperienza in Serie B a Padova nella seconda metà della scorsa stagione.
Capitolo Mike Hall: nell’ultimo periodo sono rimbalzate voci di un tentativo da parte del ds Pasi di trattenere la stella statunitense, ma la sensazione è che si vada per le lunghe e la permanenza di Mike a Ferrara non sembra essere al momento una delle priorità in casa Kleb, che prima vuole sfogliare la margherita sul fronte italiani, in particolare nei ruoli di playmaker e ala piccola.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0