Gomis sorride: il suo Senegal sorprende la Polonia. Cionek decisivo con un autogol

Possiamo immaginare lo stato d’animo di Thiago Cionek dopo Polonia-Senegal di martedì, ma a prescindere dal suo sfortunato autogol per lui e Alfred Gomis è stata una giornata storica. Il centrale polacco e il portiere senegalese si sono incrociati nella seconda partita del gruppo H al mondiale, segnando così la contemporanea presenza di due calciatori della SPAL nella massima rassegna calcistica planetaria.

Pur essendo rimasto in panchina per tutto il tempo, chi ha motivo di festeggiare è proprio Gomis: il suo Senegal si è imposto 2-1 approfittando di un’autorete proprio di Cionek (tocco maldestro su una conclusione innocua di un avversario) e di uno svarione difensivo generale che ha visto coinvolto il portiere juventino Sczszesny.

Ora il percorso della Polonia si fa in salita: domenica Cionek e compagni se la vedranno con la Colombia, l’altra squadra che a sorpresa è stata sconfitta al debutto. Le due squadre giocheranno conoscendo già il risultato di Senegal-Giappone, che potrebbe valere la qualificazione agli ottavi per una delle due contendenti, ora appaiate a tre punti.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0