La SPAL fa sul serio per Grassi: otto milioni sul tavolo, ora la mossa spetta al Napoli

La giornata di mercoledì ha fornito indicazioni contraddittorie sulla possibilità che la SPAL potesse forzare il riscatto di Alberto Grassi dal Napoli. Dopo giorni di laboriose trattative una quadratura non è stata trovata, così il club biancazzurro ha deciso di esercitare il riscatto così come concordato nell’estate 2017, mettendo sul piatto otto milioni di euro. In serata sono giunti segnali in tal senso, alimentati dalle indiscrezioni riferite dall’esperto Alfredo Pedullà (Sportitalia) e confermati da fonti ben informate in merito all’operazione. Ora la mossa spetta al Napoli: entro venerdì sera il club di De Laurentiis può aggiungere mezzo milione di euro per esercitare il contro-riscatto e quindi riprendere il controllo del cartellino del giocatore, oppure lasciare che Grassi venga acquisito definitivamente della SPAL. In giornata fonti qualificate hanno riferito che attorno al centrocampista sono concentrate le attenzioni di innumerevoli club di serie A, tra i quali Milan, Fiorentina, Udinese e Cagliari.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0